La cura giusta per il mal di stomaco

Credits: Corbis
1 4

In farmacia puoi trovare almeno sei tipi di medicinali per curare i problemi gastrointestinali. Fra questi, ci sono quelli i cui principi attivi inibiscono la pompa protonica, cioè quel gruppo di proteine che fanno parte della mucosa dello stomaco e che, quando si alterano, provocano un’acidità esagerata. E sono proprio loro i più usati. Anche a sproposito. Per acquistarli serve la ricetta, ma è probabile che molti italiani, quando li hanno in casa, finiscano per utilizzarli per un banale mal di stomaco.

«In realtà, sono indicati per la cura del reflusso gastroesofageo e dell’ulcera» spiega Antonio Gasbarrini, direttore di medicina interna e gastroenterologia al Policlinico universitario Gemelli di Roma. «Il rischio di chi li utilizza a sproposito, o per più di un mese senza controllo medico, è di assorbire male alcune sostanze importanti per l’organismo. Studi in corso, ad esempio, stanno verificando le perdite di vitamina B12, importante per la memoria, causate proprio dagli inibitori della pompa protonica».

Ma allora come si cura il mal di stomaco? E quando vanno utilizzati gli altri farmaci? Facciamo chiarezza con l’aiuto del professor Gasbarrini.

/5

Se lo confondi con la gastrite o il reflusso, rischi di prendere il farmaco sbagliato. Con l’aiuto degli specialisti, impariamo a riconoscere i sintomi. E a risolvere il problema senza conseguenze per l’organismo

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te