Brufoli: cosa mangiare e cosa no 

Consigli dietetici per tenere lontane le impurità e non peggiorare l'acne. Il dermatologo ci suggerisce la dieta adatta

di Alessandra Montelli

Il legame tra alimentazione e acne è ancora da confermare. Gli eccessi alimentari possono peggiorare la situazione, ma non è ancora stato trovato un alimento che, da solo e preso in normali quantità, determini la comparsa dell’acne.

Sotto accusa era soprattutto il cioccolato: meglio lasciarlo perdere se non si voleva peggiorare l'acne. Ma oggi i medici sembrano pensarla in altro modo: «Una ricerca svolta negli Usa - spiega il professor Antonino Di Pietro, dermatologo e presidente dell'ISPLAD, Società Internazionale di Dermatologia Plastica - ha analizzato due gruppi di ragazze colpiti dall'acne, il primo dei quali era stato messo a dieta ferrea, mentre il secondo era stato libero di mangiare ciò che voleva. Ebbene, alla fine dello studio, non è stata riscontrata alcuna differenza nel decorso della patologia cutanea. Segno, insomma che l'alimentazione non è strettamente correlata con l'acne e che quindi è inutile imporsi sacrifici di gola a favore della pelle»

Anzi, rinunciare sistematicamente al cioccolato o alle patatine fritte può trasformarsi in una fonte di stress e quindi paradossalmente, può contribuire a peggiorare l'acne, anziché migliorarla.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/dieta-anti-brufoli-acne$$$Brufoli: cosa mangiare e cosa no
Mi Piace
Tweet