Dieta dissociata: come funziona

Credits: Olycom
1 6

La dieta dissociata è uno dei regimi alimentari più seguiti, e non solo dalle donne. Tra i suoi vantaggi, troviamo: semplicità, rapidità nel comporre i menu e benefici per chi soffre di digestione lenta o gonfiori addominali.

In sintesi, la dieta dissociata prevede, appunto, la "dissociazione" dei diversi alimenti. Dunque, no ai carboidrati insieme alle proteine e no a diversi tipi di carboidrati (pane e pasta) o proteine (carne e formaggio, per esempio) assunti nello stesso pasto.

Inoltre, questo tipo di dieta pone attenzione anche all'orario in cui vengono consumati i cibi: ai carboidrati è riservata la fascia mattutina (fino al primo pomeriggio) mentre il pasto serale è dedicato alle proteine. Il rischio di questo tipo di dieta è la monotonia, da aggirare variando sia i primi piatti sia la tipologia di proteine servite a cena.

/5

La dieta dissociata è forse la più semplice da seguire. Questo regime alimentare pone l'attenzione sugli abbinamenti tra i diversi cibi e l'orario dei pasti. Ideale per le pigre e per chi ha problemi digestivi

 

La dieta dissociata è probabilmente la più seguita, proprio grazie alla semplicità dei menu proposti. Ma non solo, il suo principio ruota attorno alla combinazione tra i diversi alimenti: mai proteine con carboidrati, né diversi tipi di proteine insieme. Vietati anche il pane e le patate insieme alla pasta...La dieta dissociata può aiutare a risolvere alcuni problemi di tipo digestivo o derivanti dal meteorismo (gonfiore addominale), l'importante è non essere monotoni e variare il più possibile il menu settimanale

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te