• Home -
  • Salute-
  • Il peso non deve essere un chiodo fisso

Il peso non deve essere un chiodo fisso 

Un’attenzione eccessiva alla propria taglia porta ad avere un atteggiamento sbagliato con il cibo. Difficile poi correggere le cattive abitudini in momenti importanti della vita, come la gravidanza.

di Cristina Sarto  - 21 Marzo 2012

Potrebbe essere una storia come tante: quella di una giovane donna che nei primi mesi di gravidanza, anziché arrotondarsi, si assottiglia.

Invece, c’è qualcosa che non torna nella vicenda di Peaches Geldof, secondogenita del rocker Bob Geldof, 23 anni a marzo e un passato di ragazza paffuta e tormentata: un matrimonio andato a rotoli, una carriera come modella e presentatrice tv, qualche problema con la droga e una madre morta per eroina.

La svolta avviene i primi giorni di gennaio, quando Peaches annuncia che in aprile avrà un figlio dal nuovo fidanzato, il musicista Thomas Cohen. Solo qualche settimana prima, a metà dicembre, la giovane si era presentata sul red carpet con le spalle ossute e il vitino da vespa, nonostante fosse già al quarto mese di gravidanza. Oggi, guardando la foto e sapendo che è incinta, ci si chiede come potesse essere così sottile. Tutta colpa delle nausee dei primi mesi? Solo lei può saperlo. Se torniamo indietro nel tempo, l’album fotografico della star racconta di una ragazza che, seppure non sia mai stata scheletrica, ha sempre giocato un po’ troppo con il suo peso. Come mostrano le immagini, era magra nel maggio del 2010, cicciottella solo tre mesi dopo, poi rinsecchita a distanza di un anno, nell’agosto del 2011, periodo in cui è rimasta incinta.

«C’è una sola cosa che possiamo dire» commenta Ezio Di Flaviano, esperto in disturbi del comportamento alimentare. «Quando una donna è abituata ad avere un’attenzione eccessiva verso il suo peso, anche se questo non l’ha mai spinta a dimagrire a livelli patologici, conserverà sempre un atteggiamento scorretto nei confronti del cibo. Che si manifesterà anche in momenti come la gravidanza, mettendo a rischio la salute sua e del bambino».

E si aggiunge anche un sospetto: che gli ultimi chili persi da Peaches siano il frutto di una dieta intrapresa prima del concepimento e magari “facilitata” dal malessere delle prime settimane di attesa. Vedendosi dimagrita facilmente la star potrebbe averci preso gusto. «Speriamo non sia così» riprende l’esperto. «È dimostrato che quando un feto cresce in un ambiente ipocalorico, il suo organismo mette in atto dei sistemi di difesa per cui, una volta nato, tenderà a mangiare di più. Esponendosi al rischio di sovrappeso».

Peaches Geldof, figlia della rockstar Bob Geldof, 23 anni a marzo, fino all’anno scorso è sempre stata una ragazza rotondetta, con qualche chilo che va su e giù.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/dieta-peso-alimentazione-gravidanza$$$Il peso non deve essere un chiodo fisso
Mi Piace
Tweet