Superfood: i cibi più strani  

Tra i numerosi superfood ce ne sono alcuni un po’ meno conosciuti ma di notevole interesse per chi vuole alimentarsi in maniera sana e consapevole.

di Silvia Menini

Tra i numerosi alimenti che apportano benefici al nostro organismo, ce ne sono alcuni un po’ meno conosciuti ma di notevole interesse per chi vuole alimentarsi in maniera sana e consapevole, ovvero dei superfood di origine vegetale, ricchi di nutrienti benefici.

Grazie all’elevata presenza di antiossidanti, vitamine e minerali, infatti, questi "supercibi" possono rivelarsi utili per contrastare i radicali liberi, le infiammazioni e le ossidazioni, migliorare la funzionalità del sistema immunitario, prevenire (o supportare il trattamento di) molte malattie, e ridurre i segni dell’invecchiamento.

Di seguito alcuni superfood un po’ meno conosciuti ma da tenere in considerazione in quanto ricchi di proprietà benefiche.

1. Kale

Meglio conosciuto come cavolo riccio, il Kale è ormai diventato famoso grazie alle star salutiste che popolano la TV americana. Gwyneth Paltrow, Sarah Michelle Gellar, Jennifer Aniston ne sono grandi fan e hanno inserito questo alimento nella loro dieta quotidiana, anche grazie al fatto che apportano solamente 30 Kcal per 100 grammi.

Di stagione nei mesi che vanno da novembre ad aprile, le sue foglie irregolari costituiscono un vero e proprio concentrato di virtù energetiche. Ricco di vitamine A,C,K e B6, il cavolo riccio contribuisce alla normale coagulazione del sangue e a ridurre stanchezza e affaticamento. Gli antiossidanti presenti e i sali minerali, invece, svolgono una naturale funzione antinfiammatoria e decongestionante. Per non alterare le sue proprietà, andrebbe mangiato crudo o bollito per non più di 5 minuti.

2. Maca

La maca è un tubero energizzante, equilibrante e afrodisiaco. Ricca di aminoacidi essenziali, sali minerali e vitamine, oltre che di acidi grassi, e proteine, è un ottimo ricostituente, perfetto per chi necessita di incrementare l’energia sia fisica che mentale, oltre che la massa magra.

Non contiene caffeina, anche se l’effetto è stimolante, riequilibra il sistema nervoso e coadiuva la capacità di concentrazione, la lucidità mentale e la memoria. Adatto a chi soffre di stanchezza cronica e depressione, favorisce la funzionalità del sistema cardiovascolare, di quello linfatico e della muscolatura. Si trova facilmente in capsule o in polvere.

3. Kefir

Il kefir è un latte fermentato nonché una bevanda rinfrescante e salutare, ricca di fermenti probiotici. Può essere facilmente preparato in casa partendo dal latte fresco, a cui vanno aggiunti i granuli di kefir, composti da fermenti vivi e da lieviti probiotici.

Oltre ai fermenti che supportano l’intestino e lo stomaco nel prevenire allergie e ad assorbire le vitamine, è ricco di minerali e aminoacidi come il triptofano, che ha effetti terapeutici sul sistema nervoso. Ricco anche di minerali e vitamine del gruppo B e K che regolarizzano il sistema renale. Inoltre è un ottimo rinforzo del sistema immunitario, in quanto stimola la produzione di anticorpi, riequilibra la flora intestinale ed elimina il colesterolo cattivo nel sangue. Esiste anche il kefir d’acqua, per chi è intollerante al lattosio, con i medesimi benefici di quello preparato con il latte.

4. Semi di canapa

Ricchi di proteine vegetali a elevato valore biologico, sono anche un ottimo integratore di acidi grassi essenziali, omega 3 e 6, con il conseguente effetto antinfiammatorio. Sono un’ottima fonte di acido gamma-linoleico, che contribuisce all’equilibrio ormonale, di fibre, sali minerali e vitamine.

Inoltre favoriscono il mantenimento di un buono stato di salute cardiovascolare, abbassano i livelli di colesterolo cattivo, la pressione arteriosa e rinforzano il sistema immunitario.

5. Daikon

Il daikon è un ortaggio il cui aspetto ricorda quello di una grossa carota bianca, anche se in realtà è una radice che appartiene alla stessa famiglia di verze e cavoli. È ricco di sali minerali e vitamine, oltre che fibre.

Aiuta a bruciare i grassi grazie alla sua capacità di metabolizzarli e ha proprietà disintossicanti, antigonfiore, diuretiche e drenanti, e per questo consigliato nelle diete per combattere la ritenzione idrica e la cellulite. Come mucolitico, aiuta a trattare tosse e raffreddore, poiché le sue fibre supportano il funzionamento dell’intestino e favoriscono l’eliminazione delle tossine.

6. Bacche di acai

Le bacche di acai sono piccoli frutti blu originari della foresta pluviale sudamericana. Sono molto simili ai mirtilli, con i quali condividono il contenuto di antiossidanti, utili per proteggere il cuore e l’apparato circolatorio e a rendere più elastiche le pareti delle arterie.

Oltre ad abbassare il colesterolo nel sangue, le bacche di acai sono consigliate a chi vuole dimagrire, in quanto riducono gli effetti negativi di una dieta ricca di grassi. Inoltre rendono la pelle più luminosa e possono aiutare a risolvere i problemi dell’epidermide. Donano sollievo all’apparato digerente e sono utili per il fegato, grazie ai loro effetti disintossicanti.

Sono infine depositarie di proprietà anti-infiammatorie, supportano il sistema immunitario e prevengono le reazioni allergiche. Oltre ad aumentare i livelli di energia e contrastare l’affaticamento e lo stress, secondo diversi studi condotti, poi, sembrerebbe che queste bacche siano in grado di ridurre la proliferazione delle cellule cancerogene.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/diete/superfood-i-cibi-piu-strani$$$Superfood: i cibi più strani
Mi Piace
Tweet