Film e sesso: scandalo a Venezia

Credits: Photomovie
/5

Dal nudo integrale di Monica Bellucci alle relazioni pericolose di Keira Knightley. Alla Mostra del cinema vince il sesso. Purché estremo

In un festival del cinema una manciata di eros non può certo mancare: incuriosisce e fa parlare.

Così alla kermesse veneziana di quest’anno, eccoci tutti in fila per vedere tre pellicole a base di nudi integrali e sesso disinvolto.

Si parte con Un été brûlant, un titolo che più chiaro non si può, visto che vuol dire “Un’estate bollente”. La protagonista è Monica Bellucci senza veli e in versione hot insieme al giovane Louis Garrel (fidanzato nella vita con Valeria Bruni Tedeschi, sorella di Carlà Sarkozy).

Dà scandalo anche A dangerous method, con Viggo Mortensen, Keira Knightley e Michael Fassbender, che arriverà nelle sale a fine mese. Si parla di psicoanalisi: Viggo è Sigmund Freud, Michael è Carl Jung e Keira interpreta Sabine Spielrein, la loro allieva prediletta. Pare che nella realtà i tre fossero coinvolti in un triangolo sentimentale. E così il film, diretto da David Cronenberg, regala amplessi sensuali e violenti fra la Knightley e Fassbender.

Quest’ultimo è anche protagonista di un’altra pellicola che fa discutere: Shame, ovvero “vergogna”, dove interpreta un ragazzo newyorkese con svariate turbe sessualie appare spesso nudo. Perché, diciamolo, il sesso intriga. Anche al cinema.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te