Rapporti occasionali: la sindrome del giorno dopo

Credits: Corbis
1 4

Nonostante i videoclip libertari della cantante Miley Cyrus e le pagine eroticamente incoraggianti della scrittrice Irene Cao, la strada verso un eros spensierato sembra essere ancora tutta da percorrere.

Ne è sicura Anne Campbell, professoressa di psicologia e ricercatrice dell’università inglese di Durham, che dopo aver intervistato 3mila donne tra i 17 e i 45 anni ha portato alla luce i meccanismi che si nascondono dietro un irremovibile tabù: quello di non essere ancora capaci di godersi appieno e senza patemi una sana, divertente, avventura d’una notte.

/5

L’hai incontrato, ti è piaciuto e avete fatto sesso. Allora perché non ti senti al settimo cielo?

 

Quando il "tutto e subito" si rivela una mossa vincente

È pensiero comune che, per noi donne, il sesso non sia una semplice questione meccanica. Nemmeno quello consumato durante un rapporto occasionale. Stereotipo di genere? Forse. Di sicuro, dovremmo tutti - donne e uomini - cominciare a liberarci da alcune convenzioni - e convinzioni - sul tema del sesso, tanto radicate quanto fasulle.

Uno studio di Justin Garcia, ricercatore dell’Indiana University, rivela che per le donne è più difficile raggiungere l’orgasmo durante un rapporto occasionale.

Il motivo? Non riescono a confessare ai compagni di una sola notte bisogni e desideri.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te