In forma con il fitness pump

  • 1 6
    Credits: Shutterstock

    La nascita del fitness pump, o body pump, nasce negli anni Novanta dal neozelandese Philip Mills che decide di utilizzare un bilanciere in palestra lavorando sui muscoli a tempo di musica. Di lì a poco tempo, tutte le top model di allora, Cindy Crawford, Helena Christensen e Christy Turlington in testa, incominciano a 'pompare' letteralmente i loro muscoli grazie a questa disciplina. Oggi, con la grande voglia di bruciare calorie in breve tempo, di mantenere il corpo tonico e allo stesso tempo divertirsi, è tornata in auge.

  • 2 6
    Credits: Shutterstock

    La fusione di un tradizionale corso di aerobica e di un allenamento di tonificazione muscolare in piena regola con tanto di pesi e bilancieri, insieme a piegamenti, flessioni e naturalmente a della buona musica è l'ideale per strutturare il fisico e mantenersi in forma divertendosi. Non pensate che un allenamento di questo genere renda il corpo femminile troppo muscoloso e poco aggraziato: questa disciplina al contrario tonifica e aiuta a snellire il fisico.

  • 3 6
    Credits: Shutterstock

    Il termine pump si riferisce a un allenamento che va ad incidere e lavorare principalmente sulle fasce muscolari di tipo lento o resistente, con 'pompaggio' dei muscoli: in pratica si riempiono di sangue (proprio come una pompa) a causa dello sforzo prolungato e in questo modo si esauriscono le riserve di glicogeno e ossigeno.

  • 4 6
    Credits: Shutterstock

    Per la maggior parte degli esercizi che riguarda la disciplina del body pump occorre l’utilizzo di una sbarra e di alcuni dischi, che possono avere un peso variabile a seconda del fisico e dell'intensità del lavoro da svolgere. Non solo, i pesi da utilizzare varia anche in base al gruppo muscolare interessato all'allenamento. Per prepararsi alla lezione di fitness pump, occorre prima una buona dose di stretching e una corsa leggera oppure il salto della corda per 15-20 minuti, in modo da far aumentare il battito cardiaco.

  • 5 6
    Credits: Shutterstock

    Parte tutto con un lavoro anaerobico: all'inizio dell'attività, a causa della formazione di acido lattico, si ha una sensazione di spossatezza. Ma con il passare del tempo si entra nella fase aerobica e migliorano le fasce muscolari che interessano tutto il corpo e anche l’apparato cardiovascolare ne trae dei vantaggi, così come i tendini e le ossa. I muscoli diventano più resistenti e il corpo riesce ad eliminare più facilmente tutte le tossine accumulate.

  • 6 6
    Credits: Shutterstock

    Il fitness pump si adatta a tutti (a tutti coloro che si trovano in un buono stato di salute naturalmente) perché all'interno dei 55 minuti di lezione, ogni persona può seguire un proprio percorso individuale, sia per quanto riguarda il carico dei pesi, sia per il numero di ripetizioni e il tipo di esercizi. Perché l'obiettivo di ciascuno di noi è diverso da quello del proprio compagno di bilanciere.

/5

Si inserisce fra le nuove frontiere del fitness e permette di arrivare a bruciare molte calorie e di tonificare i muscoli in tempi brevissimi.

Il fitness pump (detto anche body pump) va davvero fortissimo tra le star perché permette di arrivare a bruciare calorie e tonificare i muscoli in breve tempo. In sole quattro settimane questa disciplina è in grado di rafforzare le articolazioni, migliorare la resistenza fisica e la postura della schiena. Oltre naturalmente a mantenere un fisico tonico e armonioso. Non solo, il fitness pump, aiuta a combattere lo stress e ad alleviare le tensioni.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te