Gelato: peccato di gola senza sensi di colpa

Credits: Corbis
1 5

Gelato classico (artigianale o confezionato)

L’apporto energetico è molto variabile: si va dalle 120 calorie per etto del classico gelato artigianale alla frutta alle 220-260 della crema. Un cornetto confezionato (75 g) ne ha 230 contro le 287 del ricoperto con lo stecco. In questo caso è il cioccolato che fa impennare le calorie.

Fa per te se vuoi un gelato nutriente. Per sostituire il pranzo, scegli una coppa gusto crema e completa il pasto con una macedonia e 10 g di frutta secca.

Prova il gelato 00 (doppiozero). Lo trovi in alcune gelaterie artigianali e ha la metà delle calorie del tradizionale. Merito dell’isomalt (zucchero derivato dalla barbabietola), del latte scremato e dell’inulina, una fibra benefica per l’intestino.

/5

Una coppetta alla crema può sostituire il pranzo. I gusti alla soia sono anticolesterolo. E se vuoi dimezzare le calorie c’è il nuovissimo doppiozero

Agli italiani il gelato piace proprio, più che agli altri europei. Lo dimostra una ricerca dell’Università di Amsterdam che ha misurato le nostre espressioni di felicità quando mangiamo coni e coppette.

Un'idea per il tuo pranzo estivo: sostituiscilo con una di queste ricette golose e sane

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te