Io lavoro con il cuore 

Si è conclusa ieri la Giornata Mondiale per il Cuore. Quest'anno, sotto la lente di ingrandimento, i comportamenti errati sul posto di lavoro. Per imparare a prevenire le malattie cardiovascolari nel luogo in cui trascorriamo più tempo

di Neva Ganzerla  - 27 Settembre 2010
 

I decessi per malattie cardiovascolari nel 2009 sono stati 220.159 e la maggior parte di delle vittime svolgeva un'attività lavorativa.
 
Per questo, la Giornata Mondiale per il Cuore che si è tenuta ieri è stata completamente dedicata alla prevenzione delle malattie cardiovascolari sul posto di lavoro.
Scopo dell'iniziativa, far penetrare le buone abitudini negli uffici e nelle fabbriche, per far sì che tutti abbiano sempre ben presenti le regole salvacuore.
 
Da oggi, oltre 1000 aziende sul territorio nazionale riceveranno il vademecum della Fondazione Italiana per il Cuore, l'associazione che promuove l'iniziativa: un breve elenco di consigli per prevenire le malattie cardiovascolari in ogni momento e in ogni luogo.
 
"Il richiamo è al singolo individuo e alle aziende, per fare il possibile e operare in senso preventivo nei confronti delle malattie cardiovascolari. L'individuo può e deve fare molto per la sua prevenzione, ma anche l'azienda deve essere al suo fianco in questo percorso non certo semplice, ma duraturo", spiega Rodolfo Paoletti, Professore Emerito della Facoltà di Farmacia dell'Università di Milano e Presidente della Fondazione italiana per il Cuore.
 
Particolare attenzione è rivolta alle professioni più a rischio come i lavori in campo agricolo, edile e metallurgico, a causa dell'aumento significativo e continuativo della performance del sistema cardiovascolare del lavoratore.
 
Anche gli impiegati del terziario sono chiamati a prestare attenzione a seguire le regole salvacuore: la sedentarietà, l'alimentazione errata (un panino a mezzogiorno e la cena pesante di recupero alla sera) e le tentazioni dei distributori di snack ipercalorici sono comportamenti da correggere al più presto.
 
Anche per questo la Fondazione Italiana per il Cuore offre alle grandi aziende produttrici di merendine, il proprio sostegno scientifico al fine di creare una nuova linea di snack che soddisfi il palato ma non metta alla prova il cuore.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/giornata-mondiale-cuore-infarto-fondazione$$$Io lavoro con il cuore
Mi Piace
Tweet