• Home -
  • Salute-
  • Giornata della ricerca sulla sclerosi multipla

Giornata della ricerca sulla sclerosi multipla 

Sclerosi multipla: le donne sono colpite due volte di più rispetto agli uomini. 63 mila le vittime in Italia. Nelle giornate del 3 e 4 marzo le piazze italiane raccolgono fondi per la ricerca scientifica, in cambio di una gardenia

 - 02 Marzo 2012
Credits: 

Kika Press - Rosolino e Titova, testimonial AISM

 

Sono ben 63 mila le persone affette da sclerosi multipla su tutto il territorio nazionale. Si tratta di una malattia neurodegenerativa cronica che danneggia la mielina, la guaina che riveste i neuroni. Le cause non sono ancora del tutto scoperte, ma la ricerca ha fatto passi da gigante nell'analisi dell'evoluzione della patologia.

I dati emersi dagli studi scientifici hanno rivelato chel sclerosi multipla colpisce le donne in misura doppia rispetto agli uomini. Ma la buona notizia è che la gravidanza è un periodo in cui la malattia concede una 'tregua' all'organismo (si diradano gli attacchi e i sintomi) fino a scomparire durante i nove mesi.

La ricerca scientifica è impegnata a comprendere quali sono i meccanismi che generano l'evoluzione della malattia. La loro evoluzione potrebbe aprire la strada a farmaci che fermino la sclerosi multipla, non solo nelle donne ma anche negli uomini.

La campagna dell'Associazione Italiana Sclerosi Multipla (Aism) 'Gardenia Aism', dal 20 febbraio all'11 marzo raccoglierà fondi da impiegare per una ricerca scientifica in corso al Centro di riferimento per la sclerosi multipla del Piemonte, all'ospedale di Orbassano, dove un'equipe di ricercatori, guidati dalla dottoressa Francesca Gilli (che ha vinto il premio Rita Levi Montalcini Aism nel 2011 come giovane ricercatrice) ha individuato i sette geni coinvolti nel processo di adattamento immunologico materno e nello 'spegnimento' della malattia durante la gravidanza.

Testimonial della campagna informativa dell'AISM, sulla sclerosi multipla sono Natalia Titova e Massimiliano Rosolino.

Per contribuire alla ricerca, fino all'11 marzo è possibile inviare un SMS al 45599, per donare 1 euro dal cellulare (Tim, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce e Noverca). Si possono donare 2 euro chiamando il 45599 da rete fissa TeleTu oppure da 2 a 5 euro per ogni chiamata fatta da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb.

Inoltre, sabato 3 e domenica 4 marzo in 3000 piazze italiane si potrà acquistare la 'gardenia Aism', il cui ricavato sarà devoluto ai fondi per la ricerca contro la sclerosi multipla. Per cercare la piazza più vicina consultare il sito Aism.it .

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/giornata-ricerca-sclerosi-multipla$$$Giornata della ricerca sulla sclerosi multipla
Mi Piace
Tweet