• Home -
  • Salute-
  • Un esame del sangue sostituirà l'amniocentesi

Un esame del sangue sostituirà l'amniocentesi 

I ricercatori dell'Università di Maastricht affermano che entro breve tempo le future mamme over 35 non saranno più obbligate a sottoporsi a esami prenatali invasivi

di Neva Ganzerla  - 30 Giugno 2010
Credits: 

Fotolia

 

È in fase di sperimentazione un nuovo sistema diagnostico che potrebbe sostituire l'amniocentesi.
Il temuto prelievo del liquido amniotico che verifica la presenza di anomalie del feto, potrà essere rimpiazzato da un semplice esame del sangue.
 
La notizia arriva dalla XXVI assemblea annuale della Società europea di riproduzione umana ed embriologia (Eshre), che si concluderà oggi a Roma.
 
La tecnica presentata dai ricercatori dell'Università di Maastricht consiste in una nuova applicazione del già noto test MLPA, un test-kit utilizzato in tutto il mondo per rilevare anomalie del liquido prelevato tramite amniocentesi.

La proposta è quella di utilizzare il test MLPA sul sangue ottenuto dalla madre tramite semplice prelievo venoso.
 
I ricercatori riferiscono che dal prelievo effettuato sulle gestanti che hanno preso parte alla sperimentazione, sono riusciti a ottenere il DNA del cromosoma Y e prevedono che la stessa metodica potrà essere utilizzata per scoprire malattie come le trisomie 21, 13 e 18 (responsabili della sindrome di Down, di Patau e di Edwards).
 
"È più conveniente degli esami diagnostici prenatali invasivi e potrebbe essere facilmente portato a basso costo in tutti gli ospedali del mondo, tra i 30 e i 150 euro per kit. I campioni di sangue infatti possono essere prelevati durante le visite prenatali di routine", afferma la dottoressa Suzanna Frints, genetista clinica presso il centro medico dell'Università di Maastricht e coordinatrice dello studio.

"Al momento, l'affidabilità del test è circa dell'80 per cento a causa di falsi negativi, ma i risultati finora ottenuti sono promettenti. Si tratta di una ricerca innovativa, e quando riusciremo a completare la procedura di sperimentazione, saremo in grado di mettere a disposizione un test non invasivo, sicuro, economico, veloce e preciso, che offrirà vantaggi immediati alle donne in gravidanza, sia giovani che meno giovani" conclude Frints.
 
I ricercatori prevedono che il test potrà essere reso disponibile nelle cliniche nel giro di due/cinque anni.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/gravidanza-amniocentesi-esami-sangue$$$Un esame del sangue sostituirà l'amniocentesi
Mi Piace
Tweet