L’hiking, la camminata che ti guarisce

Credits: Olycom
1 7

I suoi figli avevano scommesso che non avrebbe resistito più di 48 ore. A sentire sua madre, poi, l’impresa sarebbe durata ancora meno. Invece, Giuseppina Torregrossa, medico e scrittrice, ha percorso 300 chilometri in 11 giorni lungo il cammino di Santiago di Compostela. A 58 anni, e senza troppo allenamento. E lo ha raccontato nel libro A Santiago con Celeste (Nottetempo).

Come lei, sono tanti quelli che si mettono in marcia. In America il fenomeno è stato battezzato hiking (dall’inglese “hike”, camminare). E anche in Italia nascono associazioni di appassionati che, zaino in spalla, scelgono tragitti da percorrere insieme, nel tempo libero o durante le vacanze. Come i “Rolling Claps”, un gruppo di viandanti che ogni anno percorre le antiche vie di pellegrinaggio che dal Friuli portano a Venezia.

«Siamo fatti per andare a piedi» spiega Federico Schena, professore di Scienze dello sport all’Università di Verona. «Il cammino è uno sforzo che possono affrontare tutti a ogni età, anche per distanze prolungate». Ma cosa accade di speciale al nostro corpo e alla nostra mente quando ci mettiamo in marcia per molti giorni consecutivi?

/5

Abbassa il colesterolo meglio di un farmaco, pulisce i pensieri più della meditazione. Ecco perché sempre più persone hanno riscoperto il piacere del viaggiare a piedi

IN TRE MESI SEI PRONTA

La prossima estate vuoi attraversare la via Francigena (viefrancigene.org) o andare a piedi lungo il Po (visitporiver. it)? Comincia ad allenarti per tempo. Con i consigli di Davide Sapienza, camminatore esperto.

3 mesi prima Cammina, al tuo passo, per 2 ore, almeno una volta alla settimana. E porta uno zainetto di 3-4 kg: ti abituerai al peso. Scegli un posto vicino: in campagna, ma anche in città.

1 mese prima Prova ad allungare i tempi e a stare fuori 3-4 ore. Per un weekend fai anche un’uscita più lunga di 6-7 ore. Ti serve per affrontare il blocco psicologico del tempo: aiutati scegliendo un posto che non conosci, così la novità sarà più forte della fatica e dei timori. Vivilo come una piccola avventura.

1 settimana prima Stai fuori per una o due giornate intere. Durante il cammino fai delle pause di 20 minuti l’una: mangia con calma il tuo panino, fai foto, prendi appunti, guarda il paesaggio che ti circonda. Infine alimentati in modo equilibrato e dormi a sufficienza. Non ti servirà altro per partire: il vero allenamento lo fai camminando.

Reese Witherspoon si confronta con una natura bella e potente in Wild. Storia di un viaggio a piedi in solitaria, il film è uscito nelle sale italiane lo scorso febbraio. La pellicola è tratta dal romanzo autobiografico di Cheryl Strayed, scrittrice americana che, per uscire da una crisi personale, ha percorso a piedi in solitaria, 1.600 km nel cuore degli Stati Uniti. Nella foto, la locandina.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te