Igiene intima femminile in estate: 10 consigli

Credits: Shutterstock
/5

Come prendersi cura della salute intima femminile durante la stagione estiva? Scopri il decalogo suggerito dall'esperto

Durante il periodo estivo, il caldo, l’umidità e la maggior frequenza dei rapporti sessuali possono causare un aumento delle infiammazioni genitali o delle vie urinarie.

Per questo, come spiega il Professor Enrico Semprini, ginecologo e immunologo riproduttivo, «in vista delle vacanze, una visita ginecologica è una precauzione utile per le coppie che occasionalmente hanno irritazioni e infiammazioni durante l’abituale vita sessuale, per identificare l’origine del problema e la sua soluzione prima di trovarsi in difficoltà senza le cure del proprio medico abituale».

Oltre ad avere l’accortezza di utilizzare solamente biancheria intima di fibre nobili, come cotone e lino, ed evitare le fibre sintetiche che riducono la possibilità di evaporazione dell’umore corporeo e dei liquidi genitali favorendo la proliferazione batterica, per contrastare il rischio di disturbi intimi è importante prendersi cura della propria igiene intima, operazione che deve essere effettuata con un sapone o un detergente intimo e seguita da un’accurata asciugatura: «poiché i germi non possono crescere sui tessuti asciutti, asciugarsi con attenzione è di grande vantaggio per evitare le infezioni» spiega infatti il Professor Semprini.

Anche la scelta del detergente dev’essere compiuta in maniera accorta.

«Le donne facilmente soggette a infiammazioni genitali devono fare preferenzialmente ricorso a detergenti formulati e dedicati, con un basso potere tensioattivo e un Ph acido o il più vicino possibile a quello fisiologico – spiega l’esperto – Il sapone normale è infatti basico e riduce quindi l’acidità dei tessuti genitali femminili, che è un meccanismo di difesa importante verso le infezioni batteriche».

Ecco quindi il decalogo compilato dal Professor Semprini, per tutelare la salute intima anche in vacanza.

1. Ma dove ti siedi?

In generale durante l’estate è consigliabile prestare attenzione a dove ci si siede, perché indossando indumenti corti come shorts e minigonne, si è più esposti al rischio di contatto con superfici che ospitano batteri e funghi. Per evitare infezioni è consigliabile utilizzare un asciugamano o un telo asciutto, soprattutto se ci siede ad esempio al bar della spiaggia indossando solo il costume.

2. No al costume bagnato

Le infezioni si sviluppano solo in presenza di umidità. Indumenti umidi, come il costume bagnato, possono favorire la macerazione dei tessuti e ridurre la capacità di difesa dalle infezioni.

3. Detersione delicata

Mettere in valigia un detergente liquido dedicato alla detersione quotidiana delle parti intime è una buona soluzione per avere sempre a portata di mano un prodotto specifico per detergere con delicatezza. La vagina sana ha un pH acido (4,5) che aiuta a ridurre la crescita batterica, per questo le donne dovrebbero scegliere detergenti con pH acido.

4. Attenzione alla sabbia

La sabbia, soprattutto quella umida della battigia, può essere veicolo di infezioni genitali e delle vie urinarie. Meglio evitare il contatto diretto.

5. Sciacquarsi dopo il bagno

Dopo il bagno in mare o in piscina è consigliabile sciacquarsi con acqua dolce per eliminare residui di sale, sabbia o cloro, potenziali veicoli di batteri. Dopo il risciacquo indossare un costume pulito e asciutto.

6. Mai senza il proprio asciugamano

Usare un asciugamano pulito e asciutto per sdraiarsi su lettini, sdraio, a bordo piscina o su altre superfici umide. È importante che l’utilizzo dell’asciugamano sia personale.

7. Rinfrescarsi durante il viaggio

In viaggio, le alte temperature estive causano spesso un eccesso di sudorazione, che può essere causa di proliferazione batterica. Prevedere delle soste in cui rinfrescarsi con l’aiuto di acqua o di specifiche salviettine detergenti.

8. Preferire la doccia alla vasca da bagno

Nei luoghi di villeggiatura spesso non è disponibile il bidet e per l’igiene intima quotidiana è consigliabile ricorrere alla doccia, preferibile rispetto alla vasca perché permette di evitare il contatto con superfici umide e potenzialmente veicoli di germi e batteri.

9. Attenzione alla biancheria

Prediligere biancheria in cotone, evitando tessuti sintetici e modelli troppo aderenti e costrittivi, soprattutto in viaggio. Preparare accuratamente la valigia in modo da prevedere, anche durante lunghi viaggi, un cambio quotidiano della biancheria intima.

10. No a indumenti troppo attillati

Viste le temperature molto elevate e le lunghe ore passate in viaggio è consigliabile evitare indumenti troppo aderenti o tessuti sintetici, che potrebbero causare eccessiva sudorazione, sfregamenti e irritazioni.

Per le situazioni in cui è consigliabile una maggiore cura dell’igiene intima, prova Tantum Rosa Intimo Quotidiano, un detergente studiato per proteggere le parti intime e aiutare a prevenire l’insorgenza dei cattivi odori, grazie ad antibatterici naturali.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te