Il menu d'emergenza 

Se devi smaltire quei due-tre chili giusto prima di un week end, di una festa o delle vacanze, ecco qua il “regime” giusto per te. Tranquilla, non farai la fame: prevede 1.500 calorie al giorno

di Roberta Raviolo  - 28 Luglio 2010
Credits: 

Olycom

 

Dopo aver sconfitto l’anoressia, di cui ha sofferto intorno ai 15 anni, l’attrice Kate Beckinsale ha preso una certa distanza dalle diete.
E per mantenersi in forma si è concentrata soprattutto sull’attività fisica, affidandosi alle cure di Ramona Braganza, la personal trainer che segue anche celebrity come Halle Berry e Anne Hathaway.
 
Nonostante tutto, però, qualche chiletto di troppo, ogni tanto aggredisce pure lei, che all’occorrenza tira fuori dal cassetto il suo personale schema “salvalinea” (da seguire per circa tre settimane) e basato quasi esclusivamente sulla carne bianca e sul pesce.
 
"Un menu proteico risulta utile per perdere qualche chilo perché “costringe” l’organismo a procurarsi energia direttamente dai cuscinetti adiposi (quella normalmente fornita dai carboidrati viene a mancare)" spiega il dottor Nicola Sorrentino, specialista in Scienza dell’alimentazione "Risulta anche saziante, perché il filetto o la bistecca richiedono più tempo per essere digeriti e assimilati. Ma attenzione: non può essere portato avanti per più di tre-quattro settimane, proprio come fa l’attrice. Quando le riserve di grasso saranno terminate, la pasta e il pane dovranno necessariamente rientrare nel menu. A lungo andare, infatti, le proteine non sono in grado da sole di svolgere le loro funzioni di costruzione dei tessuti" spiega l’esperto.
E aggiunge: "Chi segue una dieta così dev’essere in buona salute e avere reni perfetti. La sintesi delle proteine, infatti, produce sostanze che possono intossicare, anche se lievemente, l’organismo. E quindi devono essere smaltite".
 
Via un chilo alla settimana

Colazione: 1 bicchiere d’acqua con succo di limone, 1 tazza di caffè macchiato con poco latte magro, 2 fette biscottate oppure 1 bicchiere d’acqua con succo d’arancia, 1 yogurt con 2 cucchiai di cereali, 1 caffè oppure 1 tisana fredda ai frutti rossi, 1 caffè, 1 fettina di torta margherita.
Spuntino: 1 pesca oppure 1 ghiacciolo oppure 1 succo di mela.
 
Lunedì
Pranzo: pesce spada alla griglia con purè di verdure miste  (patate, zucchine, zucca) e curry.
Cena: 1 mozzarella da 80 g con verdure miste a piacere, 2 albicocche.
 
Martedì
Pranzo: 150 g di carne di manzo ai ferri, barbabietole rosse e bianche cotte al vapore.
Cena: 70 g di pennette integrali condite con verdure saltate (melanzane, peperoni, zucchine), insalatona di verdure miste a piacere, 2 prugne gialle.
 
Mercoledì
Pranzo: 150 g di petto di pollo alla griglia con limone e aromi, verdure miste (melanzane, zucchine, peperoni) alla piastra, 50 g di pane.
Cena: risotto con crema di spinaci, insalata di verdure miste a piacere.
 
Giovedì
Pranzo: 150 g di pollo alla griglia, verdure al vapore, 50 g di pane.
Cena: 150 g di filetti di merluzzo al forno, carote e finocchi crudi, 1 mela piccola.
 
Venerdì
Pranzo: 150 g di filetto di vitello in padella antiaderente al pepe verde, verdure miste a vapore.
Cena: una porzione di pasta e ceci con rosmarino e alloro, 1 pera.
 
Sabato
Pranzo: 150 g di prosciutto crudo sgrassato, verdure miste (melanzane, zucchine, peperoni) grigliate, 50 g di pane.
Cena:  50 g di ricotta magra, spinaci o erbette lessati con limone.
 
Domenica
Pranzo: 150 di cernia al cartoccio con salvia, insalatona con champignon freschi, 50 g di pane.
Cena:  riso con piselli, zucchine e carote bollite, 1 pesca gialla.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/il-menu-d-emergenza$$$Il menu d'emergenza
Mi Piace
Tweet