• Home -
  • Salute-
  • Influenza: il freddo aiuta il virus

Influenza: il freddo aiuta il virus 

Complici le temperature polari di questi giorni, il virus mette a letto 90.000 italiani. Soprattutto bambini

di Neva Ganzerla  - 19 Dicembre 2010
 

Febbre, raffreddore, tosse, dolori articolari. L'influenza stagionale si presenta puntuale e con il solito carico di sintomi.
Nulla di cui preoccuparsi quindi.
 
Dopo alcune settimane di tregua il virus comincia a farsi sentire in modo massiccio, complice il freddo pungente degli ultimi giorni.
 
Nell'ultima settimana, secondo il rapporto Influnet dell'Istituto Superiore di Sanità, sono oltre 90.000 gli italiani a letto con termometro alla mano.
 
Il rapporto segnala un'incidenza di 1,51 casi ogni mille assistiti, contro l'1,31 della settimana precedente.
 
A essere colpiti soprattutto i più piccoli: nella fascia da 0 a 4 anni l'incidenza è di 4,08 casi per mille, in quella tra i 5 e i 14 anni cala al 2,91.
 
Molto più bassa per gli adulti, almeno finora: 1,27 casi per mille per i 15/ 64enni e addirittura 0,49 per gli over 65. Merito anche della massiccia campagna di vaccinazione.
 
Più colpiti i cittadini delle Marche, con 6,17 casi ogni mille assistiti.
Seguono il Piemonte (3,92) e l'Alto Adige (2,8), mentre al Sud le medie calano drasticamente, con la Puglia (0,40 per mille) regione più "immune" a questa prima ondata influenzale.
 
Il picco, secondo gli esperti, arriverà dopo Natale: alla fine della stagione, l'influenza avrà colpito almeno 5 milioni di italiani.
 
Se si dovessero accusare i sintomi, è bene tenere presente che i farmaci adatti sono antipiretici (in caso di febbre alta) e antidolorifici (contor mal di testa e dolori articolari).
 
Da evitare assolutamente di assumere antibiotici senza aver prima consultato il medico o il pediatra.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/influenza-picco-stagionale$$$Influenza: il freddo aiuta il virus
Mi Piace
Tweet