Iperico, l’erba del buonumore

Credits: Corbis
1 6

Dalla tradizione erboristica l'Iperico (hypericum perforatum) è considerata una pianta particolarmente solare: contiene quindi le caratteristiche che contraddistinguono il sole.

È chiamata anche "Erba di San Giovanni" in virtù di San Giovanni Battista. Secondo l'agiografia, Giovanni Battista venne ucciso barbaramente, e si riteneva che nel giorno dell'anniversario della sua morte (il 29 agosto) i fiori secernessero la massima quantità di olio di colore rosso che ricorderebbero il sangue del Santo. Se stropicciati tra le dita, i petali di iperico rilasciano infatti un liquido rosso.

Da qui è nata anticamente l'associazione fitoterapica con tutti i problemi legati al sangue e al sistema cardiocircolatorio. Ma anche alle infiammazioni e alle scottature. Giova quindi a tutti i disturbi connessi empiricamente al colore rosso.

/5

La medicina convenzionale ha riconosciuto le sue virtù calmanti, rilassanti e antidepressive. L'Iperico non è 'solo' l'erba del sorriso. È utile per infiammazioni, scottature e molto altro

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te