italiani a letto 

Nonostante sia maggio tantissimi italiani sono costretti a letto da raffreddore e mal di gola. A cui si aggiunge l'allergia, per un mix inedito

di Neva Ganzerla  - 10 Maggio 2010

Starnuti, naso chiuso, tosse...

Raffreddore o allergia?

Con il ritorno di vento freddo e pioggia, anche l'influenza è tornata a colpire gli italiani.

Farbizio Pregliasco, virologo all'Università di Milano afferma che sono almeno 60.000 le persone costrette a letto dalla sindrome da raffreddamento tipica dei mesi invernali.

Non si tratta di vera influenza, né di influenza A, ma di forme virali para-influenzali che portano mal di gola, raffreddore e qualche linea di febbre. Niente antibiotici dunque.

L'alternarsi in aprile di giorni di sole e pioggia non ha solo mantenuti vivi i virus invernali, ma ha anche dato il via alla fioritura delle piante allergizzanti come il pioppo, la betulla, l'ambrosia e le graminacee.

Un mix inedito quindi tra influenza e allergia, patologie che se si sommano creano una sintomatologia respiratoria molto intensa e fatidiosa.

Fare qualcosa è difficile, anche perché è difficile distinguere con sicurezza i sintomi.

Meglio quindi aspettare che il maltempo passi e prevenire i malanni influenzali rafforzando il sistema immunitario in modo naturale, facendo il pieno di frutta e verdura ed evitando gli sbalzi di temperatura.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/italiani-a-letto$$$italiani a letto
Mi Piace
Tweet