Posizioni da provare se lui ha il pene grande

Credits: Shutterstock


/5

Se madre natura con il tuo partner è stata particolarmente generosa, vale la pena approfittarne. E per non incorrere in qualche spiacevole imprevisto meglio sapere “come muoversi”. Ecco 5 posizioni per sfruttare al meglio le doti del tuo lui

Avere un partner superdotato sicuramente è un gran vantaggio perché, se è vero che le dimensioni contando fino a un certo punto, è anche vero che sono un’ottima base di partenza.

Mae West disse: "too much of a good thing can be wonderful", che suona come "troppo di qualcosa di buono può essere fantastico". Il che può sicuramente essere vero, anche se non è detto che un pene grande faccia automaticamente la felicità di ogni donna.

A seconda infatti della nostra conformazione genitale, una penetrazione troppo profonda o un diametro del pene troppo grosso potrebbero arrecare spiacevoli fastidi e rovinare quello che dovrebbe essere un momento interamente dedicato al piacere e al divertimento.

Come ovviare? Innanzitutto usando il lubrificante per agevolare i movimenti, e in secondo luogo scegliendo posizioni che aiutino, dando a te il controllo della situazione e della penetrazione. Insomma tutte quelle posizioni che danno a te la possibilità di "dettare le regole del gioco".

Eccone 5 da provare subito.

La V volante

In questa posizione lui è inginocchiato mentre tu sei seduta di fronte a lui su di una superficie leggermente rialzata da terra, come un tavolino d'appoggio, una pila di cuscini o un comodino. Il trucco sta nel posizionarti in modo tale che i suoi fianchi siano leggermente più in alto rispetto ai tuoi.

Una volta che ti avrà penetrata, ti accorgerai che questa posizione non gli permetterà di spingere fino in fondo, bensì si fermerà prima di farti male. 

La ciliegina sulla torta

Questa posizione può sembrare non comodissima, ma è tra le più indicate - e piacevoli - in caso di un pene maschile particolarmente "ingombrante".

Lui è sdraiato sul letto e tu ti sdrai sopra di lui supina in modo che la penetrazione avvenga da dietro. In questo modo i due corpi formeranno un angolo che non gli consentirà di penetrarti completamente fino in fondo, ma sarà comunque in grado di stimolare al meglio le tue zone erogene, anche con carezze al seno o sul clitoride. 

Il loto

Questa è una posizione molto intima, che permette di baciarsi, accarezzarsi, guardarsi negli occhi e sussurrarsi parole dolci anche durante l'atto sessuale.

Lui è seduto sul letto con le gambe allargate e tu sei seduta sopra di lui, vis a vis. Ora incrocia le tue gambe dietro la sua schiena e lasciati penetrare muovendoti a ritmo con il bacino e aiutandoti con le gambe.

Se riesci, puoi anche inarcarti leggermente indietro per permettere al tuo lui di toccare, baciare, accarezzare o semplicemente guardare il tuo seno.

Al muro

Questa posizione viene eseguita stando in piedi, uno di fronte all'altro, e tu appoggiata al muro.

Avvolgi una gamba intorno al suo bacino e permettigli in questo modo di penetrarti facilmente, ma non completamente (forse dovrà chinarsi leggermente per farlo al meglio). 

Solitamente lo svantaggio di questa posizione consiste proprio nel non permettere una penetrazione particolarmente profonda ma, in questo caso, è proprio quello che cerchi, giusto?

Il granchio innamorato

Questa posizione, dal nome così simpatico, in realtà richiede una buona dose di flessibilità, forza fisica e allenamento.

Non spaventati, con un po' di (piacevole) pratica, ne trarrai gran giovamento!

Seduti uno di fronte all'altra, con le gambe aperte e piegate (come le chele di un granchio), incastratevi appoggiandovi sulle mani che saranno distese dietro di voi. Stringi quindi gli arti inferiori ai suoi fianchi e posizionati come se dovessi fare un leggero squat; lui potrà così penetrarti, senza spingere troppo a fondo. 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te