• Home -
  • Salute-
  • Anche gli animali hanno dei diritti

Anche gli animali hanno dei diritti 

Se a Strasburgo si autorizza la cattura di cani e gatti randagi a scopo sperimentazione, in Italia la campagna del Ministro Brambilla per i diritti di tutti gli animali riscuote grande successo

di Neva Ganzerla  - 13 Settembre 2010
Credits: 

Fotolia

 

Michela Vittoria Brambilla, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega al turismo, si è fatta personalmente promotrice di una campagna a favore dei diritti degli animali che sta riscuotendo notevole successo.
 
Sono infatti oltre 64 mila gli italiani che hanno già sottoscritto il manifesto La Coscienza degli Animali, ideato dal Ministro e appoggiato da molte personalità di rilievo, come Dacia Maraini, Susanna Tamaro, Vittorio Feltri, Franco Zeffirelli e Umberto Veronesi.
 
Come si può leggere sul sito www.lacoscienzadeglianimali.it, questa campagna promuove il rispetto per la vita degli animali e l'abolizione di ogni forma di crudeltà nei loro confronti.
 
L'obiettivo è quello di sensibilizzare la popolazione e raggiungere obiettivi come l'abolizione dello sfruttamento degli animali in zoo e circhi, della vivisezione, dell'importazione di animali esotici.
 
La campagna prende dure posizioni anche contro la caccia: "È necessario porre un freno al massacro degli animali nella stagione venatoria, fino alla totale abolizione della caccia. Non è degno di un Paese civile uccidere per sport, spesso con metodi crudeli, esseri viventi ignari e indifesi".
 
Sotto accusa anche gli allevamenti intensivi e alcuni metodi di macellazione: "Va regolamentato il barbaro trasporto di animali da macello in condizioni vergognose, senza cibo e acqua per giorni, ammassati in spazi invivibili. Anche agli animali presenti negli allevamenti occorre garantire un ambiente sano e che consenta libertà di movimento. Per questo deve essere sempre vietato il feroce sgozzamento degli animali da macello senza stordimento e la conseguente agonia per dissanguamento" metodo praticato per ogni tipo di macellazione, non solo quella religiosa.
 
Dalle pagine del sito, il ministro Brambilla ringrazia "dal profondo del cuore" i firmatari "per la grande sensibilità dimostrata verso i nostri piccoli amici e per il sostegno che ci hanno garantito. Finalmente si è messo in moto quel cambiamento culturale necessario per un grande paese come il nostro e per la cui realizzazione, tutti noi che amiamo gli animali, tanto abbiamo lavorato. Io e gli altri amici, garanti di questo manifesto, abbiamo scelto di scendere in campo e dedicare il nostro impegno per essere la voce di chi voce non ha. Una voce forte e chiara, per difendere tutte le creature - cani, gatti, cavalli, asini, pecore, maiali, caprette, mucche, uccelli, topolini e via dicendo - che nascono uguali davanti alla vita e pertanto hanno il diritto di essere rispettate".
 
I garanti de La Coscienza degli Animali hanno inviato una lettera al Parlamento Europeo che ha di recente approvato un provvedimento che dà la possibilità ai laboratori di utilizzare cani e gatti randagi come cavie di laboratorio. Il sottosegretario alla Salute Francesca Martini sottolinea però che in Italia "Non consentiremo la sperimentazione su cani e gatti".

Per sottoscrivere il manifesto basta completare la scheda.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/lacoscienzadeglianimali-diritti-animali-caccia-vivisezione$$$Anche gli animali hanno dei diritti
Mi Piace
Tweet