Musicoterapia sul filo delle vibrazioni. Il racconto di Fiammetta 

di DonnaModerna.com consiglia
 

“Il suono non tocca, è rispettoso, ma è potente come un abbraccio. E se lo lasci agire, ti cambia”: Fiammetta Santoni l’ha sentito e sperimentato tante volte. Ha visto un ragazzino sordocieco con forti disabilità scoprire i tasti di una pianola e suonare, adesso, l’organo in chiesa. Un giovane sciogliere il suo mutismo dopo aver scoperto quanto è bello cantare. Un altro, sordo totale, calmarsi solo “ascoltando” Branduardi.

Dal 1987 musicoterapista alla Lega del Filo d’Oro con la sua dolce positività Fiammetta è stata testimone di tanti piccoli grandi prodigi. Associazione attiva in otte regioni italiane, la Lega del Filo d’Oro assiste e riabilita sordociechi e pluriminorati psicosensoriali. Può sembrare incredibile che una persona con problemi uditivi faccia musicoterapia e che la musica entri nella sua vita, migliorandogliela. E infatti lo è: incredibile, possibile e meraviglioso. Le “buone” vibrazioni diffuse dalla musica aiutano la crescita, infondono fiducia, sono un uscio che si schiude delicatamente sulla comunicazione.

Le sette note musicali sono la chiave per comunicare con gli utenti di ogni età. Le sensazioni piacevoli che scaturiscono catturano l’attenzione, stimolano le percezioni, predispongono all’esercizio, fanno acquisire maggiore armonia nei movimenti.

Le note sono discrete. Chiedono permesso ed entrano piano piano, vibrando dove prima era solo silenzio, illuminando il buio. “Sono come una miccia”, spiega Fiammetta. “Possono essere decisive per iniziare un rapporto. Un vocalizzo, un fischio, un campanello... basta una piccola reazione e capisco che la porta si sta aprendo”.

La musicoterapia mira a favorire il rapporto degli ospiti con il mondo esterno e “tira fuori” anche quello che con la musica non c’entra, ma che la musica innesca. “Se l’obiettivo è insegnare al bambino a stringere un oggetto tra le mani, si può partire con le maracas”, racconta Fiammetta. “Magari con il cucchiaio niente, ma pur di sentirla suonare, quella maracas a un certo punto resta in mano.... Et voilà”.

Oltre 50 anni di storie di successo, di gioia, di amore… Vogliamo scriverne tante altre ancora! Aiutaci anche tu!

© Riproduzione riservata
 
Pubblica un commento
 
 
salute/lega-del-filo-doro/musicoterapia-sul-filo-delle-vibrazioni$$$Musicoterapia sul filo delle vibrazioni. Il racconto di Fiammetta
Mi Piace
Tweet