• Home -
  • Salute-
  • L'epatite uccide 50 volte più dell'AIDS

L'epatite uccide 50 volte più dell'AIDS 

Una persona su 12 è venuta a contatto col virus, ma la maggior parte non lo sa perchè non conosce questa malattia. La disinformazione aiuta il virus a diffondersi

di Neva Ganzerla  - 19 Maggio 2010

Nel mondo, ogni 30 secondi una persona muore a causa delle complicanze dell'epatite e ogni anno ci sono 10.000 decessi causati da questo virus contro i 200 causati dall'HIV.

I portatori cronici sono 500 milioni, 10 volte superiori dei malati di AIDS.

Quello che spaventa di più è che una persona su 12 è venuta a contatto col virus, ma la maggior parte non lo sa.

Oggi si celebra la giornata mondiale dell'epatite, durante la quale i 193 Stati membri dell'OMS, per la prima volta, cercano di trovare una sistema di prevenzione globale per fare la guerra all'epatite.

L'allarme è reale: l'epatite uccide 50 volte più dell'AIDS.

Data la grandissima viralità e la disinformazione che c'è riguardo questo virus (in rete si trovano moltissime notizie completamente errate) è fondamentale che i governi lancino campagne di sensibilizzazione e di informazione.

Negli ultimi 5 anni però, solo il 41% dei governi si è impagnato in questo senso.

In Italia ci sono 2 milioni di persone con infezioni croniche da HBV e HCV. I portatori cronici di epatite B sono 600 mila e 1.600.000 quelli dell'epatite C.

Il Ministero della Salute ha inserito nel Piano nazionale della prevenzione  un intervento mirato a identificare i portatori del virus attraverso lo screening delle persone ad alto rischio di infezione e promuovendo l'informazione e la sensibilizzazione della cittadinanza.

Il vaccino anti-epatite B verrebbe offerto anche a immigrati provenienti da zone a rischio (Est europeo, Cina, Russia, Africa), conviventi di contagiati, tossicodipendenti e detenuti.

Data la facilità di contagio, legata anche alla forte infettività del virus, è consigliabile a tutti di sottoporsi al test per verificare il proprio stato di salute.

È fondamentale sottolineare che l'epatite B e C si contrae per via ematica, ma la possibilità di contagio viene esteso anche ai rapporti sessuali a causa delle micro-lacerazioni sempre presenti nei rapporti di qualsiasi natura (orale, anale, vaginale). L'unica possibilità di evitare il contagio è l'uso del preservativo, per ogni tipo di rapporto.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/lepatite-uccide-50-volte-piu-dellaids$$$L'epatite uccide 50 volte più dell'AIDS
Mi Piace
Tweet