Sei cose che non sapevi sulle malattie sessualmente trasmissibili

Credits: Olycom
1 6

Quando si parla di malattie veneree, chi è veramente a rischio? Sfatiamo il mito secondo il quale è necessario avere una quantità infinita di partner e rapporti occasionali non protetti per preoccuparsi della propria salute. Ne basta uno di rapporto senza precauzioni - e non è neanche detto che debba essere con uno sconosciuto - per farsi due domande e magari correre a fare delle analisi. Ipotizziamo che una sera ad una festa tra te e un tuo amico scocca la famosa scintilla, dunque parliamo di una persona che conosci e che, per quello che ne sai te, sta bene e non ha una vita sessuale promiscua. Sorvoli sull'uso del preservativo perché non ce lo avete, e poi di lui ti fidi. Ora ipotizziamo che effettivamente questo ragazzo sia una persona a posto, ma che un mese prima la stessa scintilla che è scoccata per te fosse scattata con un'altra ragazza, stesso problema con il preservativo, ed ecco che automaticamente siamo già indirettamente entrate in contatto con un'altra persona. Ora ipotizziamo che quest'altra persona non sia poi così ligia alle norme della buona prevenzione e che abbia avuto altri rapporti non protetti. Ecco che all'improvviso il bacino di persone e di infezioni con le quali potremmo essere entrati in contatto si allarga in maniera esponenziale.

/5

L'esperto di malattie sessualmente trasmesse spiega come comportarsi per una serena vita sessuale

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te