• Home -
  • Salute-
  • Mammografia: non sei stata nominata?

Mammografia: non sei stata nominata? 

Il 30% delle donne avente diritto all'esame mammografico gratuito non ha ricevuto la convocazione alla visita di controllo. Sei tra quelle?

di Neva Ganzerla  - 30 Aprile 2010

Il Sistema Sanitario Nazionale offre gratuitamente alle donne nell'età considerata più a rischio (tra i 50 e i 70 anni) lo screening mammografico per prevenire il tumore al seno.

La Onlus Salute Donna  ha verificato che purtroppo sono più del 30 per cento le donne alle quali è negato il diritto allo screening mammografico per la prevenzione del tumore alla mammella.

Ben 2 milioni di italiane, soprattutto al Sud, non hanno mai ricevuto la convocazione.

Se al Nord quasi il 100 per cento delle regioni hanno aderito all'iniziativa di prevenzione, al Sud solo il 70 per cento delle regioni fornisce questo servizio, negando il  diritto alla prevenzione alle donne.

Tra Nord e Sud ci sono "Differenze inaccettabili - sostiene Annamaria Mancuso, presidente della onlus Salute Donna - che mettono in discussione i principi di universalità, equità, omogeneità su cui è fondato il Servizio Sanitario Nazionale".

Il Ministro della Salute , Ferruccio Fazio, risponde che lo screening mammografico in questi ultimi anni ha ricevuto la spinta delle istituzioni in tutte le regioni e ha anche tenuto a specificare che è fondamentale proporre non solo lo screening preventivo generalizzato, ma anche quello personalizzato, adattato alla storia clinica della paziente e al suo specifico stato di rischio.

Francesco Cognetti, direttore di Oncologia medica all'Istituto nazionale tumori Regina Elena di Roma ricorda che "Nelle donne che partecipano allo screening biennale la riduzione della mortalità arriva fino al 50 per cento".

Se non sei stata convocata, contatta al più presto la tua ASL o il tuo medico di base. Ne vale della tua vita.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/mammografia-non-sei-stata-nominata$$$Mammografia: non sei stata nominata?
Mi Piace
Tweet