La mammografia è sempre più sicura

Credits: Corbis
1 3

Ecco due belle novità per la prevenzione del tumore al seno. È arrivata la mammografia in 3D, per diagnosi sempre più sicure. Ed è appena partito il progetto Dosewatch con l’obiettivo di abbassare il più possibile l’intensità dei raggi emessi dal macchinario.

«È ormai fuori di dubbio che la mammografia salvi la vita» afferma Corrado Tinterri, direttore della Breast Unit dell’Istituto clinico Humanitas di Milano. «Ora quindi puntiamo a perfezionarla e a cercare di scovare anche quei noduli così piccoli che talvolta sfuggono, per una guarigione sempre più vicina al 100 per cento».

/5

Buone notizie per tutte le donne: oggi gli apparecchi usano dosi di radiazioni bassissime. E, grazie alla tecnologia 3D, scoprono i tumori quando sono quasi invisibili

Quattro giovani donne su dieci dichiarano di non aver mai fatto un controllo al seno. Visite specifiche e autopalpazione sono invece davvero molto importanti per la prevenzione e la diagnosi precoce di eventuali tumori.

Tumore al seno: oggi si può guarire più facilmente, se si mette in atto la giusta prevenzione

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te