A dieta mangiando i dolci natalizi

Credits: Corbis
1 6

Il panettone e il pandoro iniziano a "chiamare" già molto prima che sia Natale. E, spesso, se si è a dieta si rinuncia alla fetta di dolce salvo poi abbuffarsi alla prima occasione, perché la tentazione diventa sempre più irresistibile.

Un modo per coniugare alimentazione controllata e peccato di gola natalizio, però, esiste ed è legato a tante piccole abitudini che possono fare la differenza.

Premettiamo che pandori e panettoni sono dolci ipercalorici: ricchi di burro, uova e zucchero non sono certamente il dessert ideale se si desidera perdere peso. Ma, se inseriti in uno schema alimentare corretto e in uno stile di vita dinamico e sano, anche queste golosità possono essere gustate senza troppi sensi di colpa e senza contare chili in più sulla bilancia.

Un punto a favore, poi, dei dolci di Natale (se preparati con ricetta tradizionale) è che contengono pochi ingredienti di qualità e nessun grasso idrogenato (vedi margarina o imprecisati oli vegetali).

Anche i tipici croccanti di frutta secca e miele, nonché le buonissime paste di mandorla, possono essere considerati dolci con proprietà nutrizionali interessanti.

/5

Essere a dieta e godersi una fetta di pandoro o panettone? Si può, con le strategie giuste

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te