Controlla l'udito di tuo figlio 

Se hai il sospetto che il tuo bambino non ci senta bene, fai questo test. E se qualcosa non va parlane con il pediatra

di Cinzia Testa, Mara Minoia
Credits: 

Coirbis

 

Se è neonato

Mentre gli cambi il pannolino, chiedi al papà di scuotere il giochino che ha un suono simile a quello dei campanelli: è il test di Moro, che viene eseguito anche dal pediatra. Ma digli di non farsi vedere dal bambino, altrimenti non funziona. È ok se allarga braccia e gambe, o comunque si agita. Vuol dire che ha “sentito” il suono.

Se ha tra gli otto mesi e i tre anni

Mettiti più o meno a una distanza di tre metri da tuo figlio, ma in posizione laterale in modo da essere all’altezza del suo orecchio destro. Batti forte un cucchiaino contro una tazzina, conta mentalmente fino a dieci e accendi la luce di una pila. Ripeti anche dall’altro lato. Stai serena se si gira verso di te, che sei la “produttrice” del suono, prima che scatti la luce. Significa che ha una buona capacità di reazione.

Se ha più di i tre anni

Imposta  la soneria del cellulare su un tono acuto e chiedi al tuo bambino di rispondere quando squilla. Aspetta più o meno mezz’ora e telefona.  Ripeti la stessa prova nell’arco della giornata con un tono medio, poi con un tono basso. Mettilo però dove non può vederlo, per evitare che venga catturato dalla luce dello schermo. Va tutto bene se ogni volta che squilla il cellulare risponde, anche se il telefono non è accanto a lui.

Se hai dubbi e domande, per tutto il mese di giugno puoi chattare qui con i nostri esperti

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/mese-prevenzione/Controlla-l-udito-di-tuo-figlio$$$Controlla l'udito di tuo figlio
Mi Piace
Tweet