• Home -
  • Salute-
  • Settimana della moda: via alle sentinelle della linea

Settimana della moda: via alle sentinelle della linea 

Nove protagoniste del jet set milanese sono state incaricare dall'assessorato comunale alla salute di monitorare sulla megrezza delle modelle e segnalare i casi a rischio anoressia

di Neva Ganzerla  - 24 Settembre 2010
Credits: 

Getty

 

La settimana della moda milanese è iniziata ieri ed è già scattato l'allarme anoressia.
 
Per questa edizione della Fashion Week infatti, il Comune di Milano ha trasformato alcuni vip in "sentinelle della salute" con il compito di presenziare alle sfilate e tenere monitorata la magrezza delle modelle.
 
Già ieri, al debutto delle sfilate, l'assessore comunale alla salute Giampaolo Landi di Chiavenna afferma: "Mi è giunta parziale segnalazione di un evento dove pare abbiano sfilato ragazze troppo magre".
Per ora solo un sospetto da approfondire, spiega all'Adnkronos l'assessore, ideatore dell'iniziativa e reclutatore delle speciali "ispettrici" incaricate di analizzare le misure delle top model. "Ora si tratta di verificare se la magrezza delle ragazze in questione è fisiologica o patologica", precisa Landi; se i sospetti venissero confermati, sarà il Presidente della Camera Nazionale della Moda Mario Boselli ad intervenire.
 
Nel parterre delle sfilate, a verificare la presenza di forme troppo asciutte, ci sono 9 personalità del jet-set: Fabrizia e Scilla Ruffo di Calabria, Isabella Gaetani d'Aragona, Marta Ferri, Carolina Salvati, Laura Lombardi, Raffaella Genghini, Barbara Insom e Rossana Ciccarone. Capitanate da un altro volto noto nel ruolo di madrina dell'iniziativa: Gabriella Dompé, moglie del presidente di Farmindustria (nella foto).
 
“L’Assessorato alla Salute" continua Landi di Chiavenna "Vuole fare di Milano una città laboratorio per il benessere e per la salute dei cittadini attraverso la cultura del corretto stile di vita. La prevenzione può svolgere un ruolo fondamentale nei disturbi dell’alimentazione, sia nelle forme meno gravi che in quelle dell’anoressia e della bulimia, manifestazioni di un dolore profondo che non trova parole per esprimersi, ma che si esplicita con comportamenti tragicamente autolesivi”.
 
"Spero che si presti attenzione alle mie segnalazioni, e si confermi la sensibilità ai grandi temi di salute" conclude Landi di Chiavenna, che con la sua iniziativa punta ad integrare l'impegno che il Comune di Milano, Camera della moda e Assem (Associazione servizi moda) hanno dimostrato varando già nel 2008 il Tavolo "Moda salute".
 
 
Soffri di disturbi alimentari ma non sai a chi rivolgerti. Entra nel forum e parlane con le psicologhe ABA. Sono a tua disposizione!

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/milano-fashion-week-anoressia-moda-salute-sentinelle$$$Settimana della moda: via alle sentinelle della linea
Mi Piace
Tweet