OGM: arriva il super-salmone 

La biotecnologia interviene sul salmone e crea una nuova specie che cresce due volte più velocemente

di Neva Ganzerla  - 06 Settembre 2010
Credits: 

Fotolia

 

Il salmone transgenico ha passato i test della Food and Drugs Administration (FDA) e dal 19 settembre potrà essere allevato e commercializzato nel mondo.
 
L'azienda statunitense AquaBounty Technologies ha incrociato i geni del salmone atlantico con quelli della trota e della tilapia e ha creato l'AquAdvantage Salmon (AAS), identico al salmone per caratteristiche fisiche e dimensioni, ma sterile.
 
Questo pesce è in grado di raggiungere le dimensioni del salmone adulto in metà tempo, aumentando così la produttività: gli allevatori otterranno salmoni adatti alla vendita in solo 18 mesi, contro i tre anni degli animali "naturali".
 
La FDA ha certificato che il consumo del super-salmone non rappresenta un pericolo né per la salute, né per l'ambiente e ha di fatto dato il via alla commercializzazione a scopo alimentare di animali geneticamente modificati.
 
In Italia il dibattito sulla commercializzazione e sul consumo degli organismi geneticamente modificati è ancora aperto.
 
Un'indagine commissionata da Coldiretti a SWG afferma che i consumatori italiani non approvano la commercializzazione di alimenti geneticamente modificati poiché li ritengono meno salutari rispetto a quelli tradizionali.
In un comunicato stampa, Coldiretti afferma che "Di fronte ad una escalation nell’applicazione delle biotecnologie al regno animale, con modificazioni genetiche e clonazioni, occorre intervenire tempestivamente con un adeguamento delle normative comunitarie per impedire l’importazione di questa preoccupante novità di cui non si sente certamente il bisogno."
 
Per ora in Italia il prodotto non sarà reperibile.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/ogm-salmone-transgenico$$$OGM: arriva il super-salmone
Mi Piace
Tweet