Pasta ai carciofi 

Carciofi, amici del fegato e protagonisti di ricette irresistibili

di Neva Ganzerla  - 15 Aprile 2010

Il carciofo è conosciuto sin dai tempi degli antichi romani, ma il consumo del prodotto coltivato risale solo al XV secolo.

Le varietà di carciofo diffriscono per colore delle foglie, presenza delle spine e periodo di maturazione sul campo.

Il carciofo ha importanti proprietà curative per il fegato: la cinarina contenuta nella pianta migliora le funzionalità epatiche aiutando a creare ed espellere la bile, inibisce la sintesi e l'ossidazione del colesterolo ed ha qualità antiossidanti, grazie alla vitamina B e C contenuta.

Il carciofo contiene inulina, una fibra dietetica dal potere saziante, che aiuta a mantenere l'equilibrio insulina/glucagone, qualità importante per chi soffre di iperglicemia o diabete incipiente.

Il consumo di carciofi è indicato a chi ha problemi al fegato e alla cistifellea (come steatosi, dispepsia e dislipidemia) e vuole un aiuto naturale per disintossicarsi

Sugo ai carciofi di Pippi

Ingredienti per 3 persone:

200 gr di pasta

4 carciofi

una cipolla piccola

passata di pomodoro

mezzo limone

peperoncino, prezzemolo, olio extravergine di oliva

Procedimento

Affettare i carciofi a fettine e metterli via via nell'acqua e limone. Soffriggere la cipolla in poco olio, aggiungere i carciofi e farli cuocere per una decina di minuti.

Aggiungere la passata di pomodoro e far cuocere una mezz'oretta, aggiungendo acqua se occorre.

Regolare di sale e insaporire con peperoncino.

Saltare la pasta con il sugo, impiattare e concludere il piatto con prezzemolo tritato.

Ricetta tratta da Veganblog.it

Scopri le altre ricette 100% vegetali

Leggi perchè Vegan

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/pasta-ai-carciofi$$$Pasta ai carciofi
Mi Piace
Tweet