Benessere della mente 

"Voglio stare bene con me stessa!": ecco il proposito di benessere più positivo per il nuovo anno.

 - 12 Dicembre 2011

Per il 2012, e lo riproporremmo per il 2013, 2014, 2015... fino a che non sarà diventato obsoleto, proponiamo un buon proposito un po' diverso dal solito: il benessere mentale, in altre parole lo stare bene con se stessi. Siamo pronti a difenderci dalle eventuali accuse (che sarebbero errate) di inneggiare all'egoismo, all'egocentrismo e a tutto ciò che si associa (in termini negativi) all'occuparsi di se stessi.

Sosterremo che lo stare bene con se stessi è la premessa necessaria per cercare e possibilmente ottenere quello che si vuole e per relazionarsi in modo positivo con gli altri, e dare quindi a chi ci è vicino quelle cure, attenzioni, amore, sostegno, solarità che hanno bisogno di ricevere da noi.
Facciamo due esempi:

1) "il mio proposito nel 2012 è dimagrire". Splendido, ma anche inutile se soffro di stress e uno dei modi in cui lo affronto è tuffandomi su tutto ciò che è ipercalorico. Prima gestisco lo stress e solo quando ho raggiunto una certa serenità posso occuparmi di dimagrire, efficacemente ed evitando di ricaricarmi di stress).

2) "Voglio avere un rapporto migliore con la mia dolce metà". Super encomiabile ma molto difficile da raggiungere se vedo tutto nero, sono oberata dalla fatica, e tutto quello che sogno nella vita è un letto e un piumone e il solo pensiero che mi chieda qualcosa mi fa uscire di testa. Speriamo di aver reso l'idea.
Fino a qualche anno fa si diceva che il successo rendeva le persone contente (la parola felicità ci pare onestamente eccessiva), ora la teoria prevalente è che in realtà le persone che stanno bene con se stesse sono quelle che si pongono gli obiettivi, cercano e trovano le risorse di cui hanno bisogno per raggiungerli e grazie alla loro energia e al loro ottimismo attraggono a sè gli altri.  

La parola magica quindi è che la fonte del nostro benessere è dentro di noi ed è chi ha un approccio positivo alla vita che cerca di trarre il massimo da qualsiasi situazione, sa riconoscere le cose belle ed è riconoscente per quelle che gli/le capitano. Al contrario chi non riconosce le cose belle non le vive come tali e si trova in una vita percepita come priva di cose positive e lascia quindi spazio di affermarsi ai sentimenti negativi.

Il benessere mentale quindi è sì non essere stressati, depressi, ansiosi o altro ma è anche, e forse principalmente l'essere appagati, avere entusiasmo, voglia di ridere e divertirsi, avere capacità di gestire lo stress e non farsi schiacciare dalle avversità; fare cose che danno senso alla propria vita; avere la flessibilità di imparare nuove cose e adattarsi al cambiamento; avere un equilibrio tra lavoro, divertimento, riposo, tempo libero etc., cercare relazioni forti e appaganti, essere sereni con sè stessi.

Tutti abbiamo momenti in cui ci sentiamo giù, chi più chi meno, chi più spesso chi meno, ma alla fine è un male comune.
Come evitare che un senso di malessere che rientra nella normalità si trasformi in qualcosa che rischia di rovinarci la vita?
E come fare per stare bene con noi stessi e vivere con serenità quello che la vita ci porta?

La prima cosa da ricordare è che il benessere è un impegno, tanto quanto una dieta: bisogna voler stare bene e bisogna fare ciò che serve per stare bene. Per migliorare il proprio benessere mentale è importante prendersi cura di sè, ed il primo passo è prestando attenzione a ciò di cui si ha bisogno e ai propri sentimenti. Bisogna poi cercare di evitare che lo stress si accumuli e che si stratifichino le emozioni negative e cercare di stabilire e mantenere un equilibrio tra le responsabilità e il piacere.

Come ottenere tutto ciò? Scopri i suggerimenti

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/psiche-e-benessere/benessere-mentale$$$Benessere della mente
Mi Piace
Tweet