• Home -
  • Salute-
  • Raffreddore: se fai sport non lo prendi

Raffreddore: se fai sport non lo prendi 

Una scoperta potrebbe aprire la strada a farmaci antivirali più efficaci. Nel frattempo però uno studio americano ci consiglia di proteggerci dal raffreddore intensificando gli allenamenti

di Neva Ganzerla  - 03 Novembre 2010
Credits: 

Fotolia

 

Il raffreddore colpisce tutti, dovunque nel mondo e a qualsiasi età.
È la malattia più diffusa del pianeta e una di quelle per cui non esiste cura. Nessun farmaco, soprattutto quelli da banco (paracetamolo, ibuprofene, acido acetilsalicilico ecc.), è infatti in grado di uccidere i virus che causano il raffreddore.
Per liberarsi del naso chiuso bisogno solo aspettare che passi da solo.
 
I virus infatti sono molto difficili da combattere e la totalità delle malattie virali uccide ogni anno nel mondo due volte più del cancro.
 
Oggi però un team inglese ha gettato le basi per sconfiggere il raffreddore e forse anche molte altre malattie virali.
 
I ricercatori del Medical Research Council di Cambridge, in uno studio pubblicato sulla rivista PNAS, hanno scoperto infatti che i nostri anticorpi sono in grado di combattere i virus anche all'interno delle cellule e non solo all'esterno fino a come si pensava fino a poco tempo fa.
 
Gli scienziati hanno scoperto che gli anticorpi che entrano nelle cellule infettate scatenano una reazione, guidata dalla proteina TRIM21, che indirizza i virus verso il sistema di smaltimento utilizzato dalla cellula per liberarsi di materiale indesiderato.
In pratica la TRIM21 suggerisce alla cellula di trattare il virus come un qualsiasi altro prodotto di scarto.
 
Secondo la scoperta del Dott. Leo James, coordinatore dello studio, aumentando la quantità di TRIM21 nella cellula, il processo di smaltimento rifiuti diventa più efficace.
 
"I medici" sottolinea James "Hanno oggi a disposizione numerosi antibiotici per combattere le infezioni batteriche, ma pochi farmaci antivirali. Anche se la nostra ricerca è solo all'inizio, e non sappiamo ancora se tutti i virus vengono cancellati da questo meccanismo, siamo entusiasti perché le nostre scoperte potrebbero aprire strade diverse per lo sviluppo di nuovi farmaci".
 
Mentre si aspettano però i nuovi antivirali, è bene combattere le infezioni dall'interno, con uno stile di vita sano.
 
Secondo uno studio dell'Università del North Carolina, chi ha una vita sedentaria rischia i malanni autunnali il doppio rispetto a chi fa sport e con oltre il 30 per cento di possibilità in più di avere sintomi più intensi e duraturi.
 
La ricerca ha coinvolto 1.002 adulti: di quelli che si dichiaravano molto sportivi, con almeno cinque giorni di allenamento a settimana, la media dei giorni di raffreddore è stata 4,4-4,9. Tra quelli con un esercizio medio, 2-4 allenamenti a settimana, è stata di 4,9-5,5 giorni. Tra quelli che invece facevano attività fisica solo una volta a settimana o meno, la media è stata tra gli 8,2 e gli 8,6.
 
Fare sport protegge la salute.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/raffreddore-trim21-virus-sport$$$Raffreddore: se fai sport non lo prendi
Mi Piace
Tweet