La cura all'insonnia è vecchia come il mondo 

Notti in bianco addio! Un rapporto a due che funziona fa bene davvero a tutto. Sonno compreso.

di Monica Maggi  - 16 Giugno 2008

C'e' un collegamento tra qualita' del sonno e stato civile. Chi è sposata o ha trovato l'uomo della propria vita dorme meglio e piu' a lungo. Lo afferma la psicologa Wendy Troxe che ha presentato la ricerca al 22esimo meeting annuale dell'Associated Professional Sleep Societies a Baltimora dal 7 al 12 giugno scorso. Le coppie divorziate o litigiose passano lunghe notti in bianco, mentre chi ha trovato l'uomo giusto e, soprattutto, ci fa l'amore regolarmente dorme decisamente meglio. Ma il vantaggio di avere sempre lo stesso partner nel letto è solo per le donne di razza bianca: l'esperimento, infatti, è stati condotto su un campione di 1938 donne dall'età media di 46 anni. Il 51% di loro erano caucasiche, il 20% afro americane, il 9% ispaniche, un altro 9% cinesi e l'11% giapponesi. Solo per la maggioranza delle intervistate il nesso tra partner fisso e sonno era importante. C'è pero' da dire che sono sempre le donne di razza bianca a diventare insonni per colpa di divorzi, separazioni, liti in famiglia. Un rimedio? Una seduta di psicoterapia pare che basti. Gli specialisti del sonno della Pennsylvania sostengono che partecipare ad una singola sessione di psicoterapia breve comportamentale migliora decisamente la qualità del sonno per il 17% delle donne, regalando meno ansia e depressione.  Per il 53% si passa addirittura alla guarigione se a partecipare è anche lui.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/sesso/il-bravo-amatore-serve-al-buon-sonno$$$La cura all'insonnia è vecchia come il mondo
Mi Piace
Tweet