In estate il sesso ci guadagna 

I flirt nati sotto il sole sono molto eccitanti perché tutti si sentono più liberi e sensuali. Un erotismo forte da rivivere tornati in città

di Maria Elena Barnabi  - 19 Luglio 2006

Ammettiamolo: le storie d’amore  che nascono e si consumano nelle due settimane di vacanze al mare non sono belle solo perché si passeggia mano nella mano sulla spiaggia o sotto la luna guardando le onde. Certo, il romanticismo conta. Ma a rendere speciali e indimenticabili gli incontri estivi tra single è il sesso. Che è libero, gioioso ed entusiasmante, come raramente lo è d'inverno. E la cosa strana è che tutto avviene con uno sconosciuto. Ma da dove nasce questa intesa? «Il merito è dell'estate: si ha più tempo da dedicare a se stessi e in generale al divertimento» spiega lo psichiatra e sessuologo Marco Rossi. «E questo incide sul sesso, perché ci si concede di indugiare sulle proprie fantasie, sui desideri. Insomma la disponibilità di tempo toglie le inibizioni sessuali». Le storie estive hanno un tasso erotico molto alto perché tutti, uomini e donne, si sentono più sexy, più disponibili e meno "bacchettoni". E quando due esigenze simili e speculari si incontrano, le scintille sono assicurate. «Ma c'è anche un altro motivo, legato alle donne, che rende questi incontri così intensi. Una delle fantasie sessuali femminili più diffuse, infatti, è quella di fare l'amore con uno sconosciuto» spiega la psicosessuologa Roberta Rossi. «Perché da una persona che non si conosce ci si può aspettare di tutto e questa incognita fa alzare l'adrenalina. Non solo, con un sconosciuto la donna si sente libera di interpretare nuovi ruoli: può essere aggressiva e disinibita, oppure fare la ritrosa e lasciarsi conquistare. Giochi della mente che rendono il sesso molto più eccitante e soddisfacente». Almeno fino a quando l'estate finirà. Perché una volta rientrati in città il rischio di "sbollire" e di essere meno disponibili a lasciarsi andare liberamente c'è. E allora, come mantenere lo stesso entusiasmo? «Il segreto è quello di ricreare le stesse condizioni vissute sotto il solleone» riprende lo psichiatra Marco Rossi. «E per farlo basta prendersi pause mentali e lasciarsi andare con la fantasia all'erotismo vissuto in vacanza. Dieci minuti al giorno, come se fosse una vera cura». E il sesso invernale sarà bollente proprio come quello estivo.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/sesso/in-estate-il-sesso-ci-guadagna$$$In estate il sesso ci guadagna
Mi Piace
Tweet