Quando l'eros è tra donne 

Sono caduti molti tabù. Ma chi vive una storia omosessuale si fa ancora tante domande

di Maria Elena Barnabi  - 24 Ottobre 2005

Bette e Tina sono due donne giovani, belle, in carriera. E si amano da sette anni. La loro storia è raccontata nel telefilm The L-World, tutto incentrato sulla vita di un gruppo di lesbiche, che da qualche settimana va in onda su La7 la domenica sera. L’amore omosessuale tra donne non è più tabù? «Be’, forse se ne parla più di prima. Ma non si discute abbastanza di come funziona il sesso tra donne: per esempio come una donna può soddisfare la propria partner o come prevenire le malattie sessualmente trasmesse» dice la psicoterapeuta Daniela Ciriello, consulente del servizio telefonico Linea Lesbica di Milano (tel. 0263118654) e Roma (tel. 06418021).

«E a pagarne le conseguenze sono soprattutto le giovani, da sole e inesperte di fronte a tanti dubbi». Affrontiamoli qui allora. Qual è uno degli scogli più diffusi? «Innanzitutto per un donna omosessuale è difficile capire ciò che invece per una eterosessuale è naturale: il desiderio» prosegue l’esperta. «Ci vuole un po’ di tempo prima che una donna capisca che quello che prova è desiderio sessuale e non amicizia, semplice voglia di stare insieme, ammirazione. Anche perché nelle donne, più che negli uomini, la sfera affettiva e il sesso vanno di pari passo.

Fortunatamente però, una volta decifrato questo sentimento, le difficoltà sessuali vengono pian piano superate. Intanto perché una volta affrontata la propria omosessualità, si trovano la forza e la libertà di vivere appieno la sessualità. E poi perché di fronte si ha un corpo simile, con gli stessi meccanismi, le stesse morbidezze, le stesse necessità». Le necessità appunto: molti (e molte) si chiedono come può essere davvero soddisfacente il rapporto sessuale tra due donne. «Ve lo ricordate il rapporto Kinsey sulla sessualità femminile? È stata una ricerca fondamentale per la sessuologia moderna perché per la prima volta affrontò in modo scientifico temi come l’orgasmo, la masturbazione e le difficoltà a letto.

Ebbene già da quella ricerca risultò che le donne lesbiche erano soddisfatte, se non di più, di quelle eterosessuali» spiega la psicoterapeuta. «Perché il sesso non è solo una questione tecnica, ma è anche coinvolgimento emotivo, sensibilità, possibilità di lasciarsi andare. Certo alcune coppie usano anche oggetti sessuali per aumentare il piacere, ma si tratta di una scelta che viene maturata insieme, non di un obbligo». Per rispondere a questi e altri dubbi sono nate associazioni, siti e numeri di telefono che offrono risposte, indirizzi, aiuto. Oltre alla storica associazione Arcilesbica (www.arcilesbica.it) con circoli in tutta Italia, sono molto attivi (e sicuri, perché bisogna registrarsi) i forum e le chat di www.listalesbica.it, www.miss777.com, www.ellexelle.com, www.kickoff.biz, e la sezione “donne” di www.gay.it.

Vuoi dire la tua su questo argomento? Entra nel forum

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/sesso/quando-l-eros-e-tra-donne$$$Quando l'eros è tra donne
Mi Piace
Tweet