Scambio di coppia: 5 curiosità da sapere 

Praticato da più persone di quanto si possa pensare, lo scambio di coppia nasconde motivazioni diverse

Credits: 

Shutterstock

 

Lo scambio di coppia? Una delle trasgressioni più amate e provate dagli italiani. Ad affermarlo è un sondaggio condotto da Federsex. Secondo i dati raccolti da questa inchiesta, ben due milioni di italiani hanno provato lo scambio di coppia almeno una volta nella vita. Ma c'è anche di più: mezzo milione di italiani lo praticherebbe con una certa regolarità.

Perché lo scambio di coppia è così amato? Di quale tipo di trasgressione si tratta? Abbiamo sondato e scovato alcune curiosità che potrebbero aiutare a comprendere meglio questo tipo di fenomeno.

È patologico?

Secondo gli esperti, la pratica dello scambio di coppia non sarebbe una vera e propria parafilia. La parafilia è sostanzialmente una sorta di anomalia nel ricercare piacere, una condizione che sfora nel patologico. Lo scambio di coppia non farebbe, dunque, parte delle parafilie.

A meno che non diventi l'unica via perseguibile per raggiungere il piacere sessuale e per tenere in vita l'intesa a due. Quindi, lo scambio di coppia rientra nella categoria delle pratiche erotiche non patologiche solo se fa parte di una vita di coppia completa e in cui siano presenti altri diversi modi di vivere la sessualità.

La donna decide

Secondo recenti sondaggi e inchieste sullo scambio di coppia, pare proprio che il ruolo femminile sia preponderante. Infatti, è la donna a scegliere sia le coppie più "idonee" e attraenti, sia i luoghi e i mezzi per interagire e stabilire un rapporto.

L'uomo, in questo gioco trasgressivo, ha il ruolo di approvare o meno le persone scelte dalla partner, anche secondo un criterio di "sicurezza" vero e proprio. Nelle dinamiche dello scambio di coppia esiste, quindi, una sorta di fase preliminare in cui l'uomo attesta la sicurezza e la fattibilità di scelte in primo luogo femminili.

Soprattutto in auto

L'auto sembra essere il luogo/mezzo più gettonato e usato per lo scambio di coppia. È quasi sconvolgente apprendere che sono più di un migliaio le aree di scambio per coppie in tutta Italia. Ovvero, esistono quartieri e vie adibiti proprio a questo tipo di trasgressione, che avviene solitamente al buio e seguendo regole ben precise.

Per esempio, affidandosi a sapienti giochi di fari e di motore acceso o spento. Chi fa parte del gioco sa interpretare i segnali e sono in molti a conoscere le zone più hot della propria città (spesso insospettabili dai non avvezzi).

Lombardia: regina dello scambio di coppia

In Italia, dunque, sono più di 500 i comuni in cui lo scambio di coppia è praticato regolarmente, tanto da avere vie e luoghi ben precisi di riferimento per le coppie interessate. La loro dislocazione geografica è varia e riempie un po' tutto lo stivale.

Al primo posto delle regioni scambiste troviamo la Lombardia, che annovera numerose aree dedicate allo scambio di coppia (alcune anche in centro città). Seguono a ruota Sicilia e Puglia, con una particolare concentrazione di scambisti nella città di Lecce.

Gli swingers? Non sono persone "strane"

Gli swingers, ovvero coloro che praticano lo scambio di coppia, non sono persone strane o affette da altri tipi di perversione. Dal punto di vista anagrafico, si tratta di donne e uomini appartenenti alla fascia di età compresa tra i 30 e i 50 anni.

E, spesso, si tratta di coppie con un'ottima istruzione (buona percentuale di laureati) e una soddisfacente carriera lavorativa. Quindi, se vogliamo semplificare, gli scambisti sono insospettabili, coppie consuete e non avvezze a esternazioni di stranezze o di trasgressione.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/sesso/scambi-di-coppia$$$Scambio di coppia: 5 curiosità da sapere
Mi Piace
Tweet