Se ti "smonti" sul più bello 

È successo: mentre facevi l'amore
il desiderio è sparito in un
attimo. Ritrova la strada del piacere
con i consigli di due sessuologi

di Maria Elena Barnabi  - 05 Maggio 2005

Mentre si fa l'amore, a volte basta una parola di troppo, un gesto brusco del partner o un pensiero che attraversa la mente per far sparire l'eccitazione all'improvviso. «È normale: il più importante organo sessuale che abbiamo è il cervello. È lui che governa il desiderio» spiega lo psicosessuologo Filippo Petruccelli. «Quindi a volte è sufficiente una piccola distrazione per "smontare" la libido». Aggiunge la ginecologa e sessuologa Paola Eid: «Non bisogna dimenticare comunque che tutto può dipendere anche da fattori squisitamente fisici.

Nelle due settimane che precedono le mestruazioni, subito dopo l'ovulazione, il progesterone, un ormone che rallenta le risposte dell'organismo, sale alle stelle inibendo il desiderio e facilitando le piccole défaillances». Indipendentemente dalle cause, come ci si deve comportare? Parlarne con lui oppure no? «Magari per i primi due minuti ci si può sforzare, cambiando posizione oppure provando una carezza diversa, ma è meglio non andare oltre» consiglia lo psicosessuologo Filippo Petruccelli. «Perché altrimenti l'incontro diventa una prestazione: insomma non si fa l'amore per il piacere che ne deriva ma perché si vuole dimostrare a se stesse e al partner che si è in grado di farlo».

Se non si condivide questo piccolo momento di difficoltà, inoltre, si rischia di tagliare fuori il partner e di costruire un muro di incomprensioni che può diventare sempre più alto. «Meglio confidarsi invece, chiedendo aiuto al compagno per riuscire a ritrovare la strada verso il desiderio» riprende lo psicosessuologo. «E ricevere attenzioni speciali dal proprio uomo è così eccitante che spesso basta a far ritrovare la via del piacere. Oppure si può provare a fermarsi per dieci minuti, concentrandosi su baci e carezze, per ricominciare più tardi, assecondando così il normale ritmo del piacere che si muove a ondate più che a scalini».

Ma c'è anche una strada diversa: per una volta si può fare un'eccezione, dimenticare il proprio piacere e dedicarsi a lui con generosità. «Perché no? Amare una persona significa anche regalare momenti di felicità inaspettati senza chiedere nulla in cambio» dice la ginecologa e sessuologa Paola Eid. «E per una volta può essere bello anche così».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/sesso/se-ti-smonti-sul-piu-bello$$$Se ti "smonti" sul più bello
Mi Piace
Tweet