Le strategie (vincenti) anticolesterolo

Credits: Corbis
1 4

Secondo i dati solo una persona su tre, tra quelle che hanno valori superiori ai 190 mg/dl, riesce a modificare veramente il proprio stile di vita. Per questo abbiamo messo a punto un programma di esercizi e dieta anticolesterolo da mettere in pratica subito.

«Certo, se dopo tre mesi la situazione non migliora ci vogliono i farmaci» avvisa Alberico L. Catapano, professore di farmacologia all’università degli Studi di Milano e presidente dell’Eas, la Società europea per lo studio dell’aterosclerosi. «La scelta oggi è ampia: oltre alle statine, ci sono gli inibitori dell’assorbimento del colesterolo. E sono in arrivo gli inibitori del Pcsk9, un’innovativa famiglia di medicinali per i casi più difficili».

/5

Lo dicono gli specialisti. Per sconfiggere il killer silenzioso la prima cura è cambiare lo stile di vita. Qui un programma facile da mettere in pratica

Si chiama “double A” ed è la superterapia contro l’ipercolesterolemia. No, non stiamo parlando di un nuovo farmaco. Ma di una cura alla portata di tutti e senza effetti collaterali. Gli specialisti hanno scoperto che in due casi su tre il colesterolo si può abbassare semplicemente puntando su attività fisica e alimentazione.

Vietate fino a qualche anno fa a chi ha il colesterolo alto, ora le uova sono state definitivamente assolte da una ricerca australiana. Basta non esagerare: due alla settimana, sono più che sufficienti.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te