• Home -
  • Salute-
  • Tacchi alti? Occhio alla salute dei piedi

Tacchi alti? Occhio alla salute dei piedi 

Usare i tacchi dal lunedì alla domenica, dalle 7 alle 24 espone al rischio di lesioni ai piedi. Lo conferma una recentissima ricerca austrialiana. Meglio alternare tacchi a scarpe basse

 - 01 Febbraio 2012

Un recentissimo (e innovativo) studio di alcuni ricercatori australiani si è occupato di come l'uso regolare dei tacchi abbia ripercussioni sulla biomeccanica ed il rischio di lesioni.
La prima scoperta è che chi usa i tacchi cammina in modo diverso, anche quando non li ha ai piedi, di chi non li usa o li usa poco, e la seconda, più importante, che il piede di chi usa regolarmente i tacchi assume una posizione contratta e con le dita più sollevate, posizione che rimane anche quando la persona è senza scarpe o con scarpe piatte.

La conseguenza è che le donne abituate ai tacchi alti si muovono sempre con passi più corti e più decisi, il che si traduce in un accorciamento delle fibre dei muscoli del polpaccio e in uno sforzo molto maggiore per quei muscoli.

Cerchiamo di spiegare meglio: per le donne che usano scarpe piatte, camminare è un esercizio che riguarda prevalentemente i tendini (principalmente quello di Achille), per quelle che usano i tacchi, invece, è un esercizio che coinvolge i muscoli.

La distinzione biomeccanica è importante perchè, spiegano i ricercatori, numerosi studi hanno mostrato che l'efficienza ottimale muscoli-tendini si ottiene quando la lunghezza del muscolo rimane approssimativamente invariata ed è invece il tendine ad allungarsi e ciò perchè i tendini sono "molle" molto più efficaci dei muscoli.

Rispetto a chi usa le scarpe piatte, quindi, quando camminano, le donne che usano regolarmente i tacchi, sia che li abbiano sia che non li abbiano ai piedi in quel momento, si ritrovano a sforzare i muscoli ed avere bisogno di più energia per percorrere la medesima distanza.

Ok, ma tutto questo vale il privarsi della gioia di sfoggiare un paio di Jimmy Choo?

A nostro giudizio si, nel senso che a parte stressare le gambe più del necessario in condizioni normali, ci si espone maggiormente al rischio di traumi quando si fa esercizio fisico, in palestra all'aperto o ovunque si sceglie di farlo, e questo perchè come abbiamo visto, il piede e i muscoli dei polpacci rimangono in "posizione tacco" anche quando in realtà le scarpe ai piedi sono piatte come quelle da ginnastica.

Un dato significativo che è emerso è che bastano pochi anni di tacchi alti perchè il piede e la gamba si trasformino, per cui è bene fare attenzione fin da giovani.
Arriviamo alla conclusione: se si ama portare i tacchi alti e allo stesso tempo si ha interesse per la salute dei muscoli e delle articolazioni delle gambe, è bene cercare di alternarli alle scarpe piatte (privilegiando queste ultime) e se proprio non si sa resistere, bisognerebbe cercare di togliere i tacchi quanto più possibile (ad esempio quando si è seduti alla scrivania).

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/tacchi-alti-piedi$$$Tacchi alti? Occhio alla salute dei piedi
Mi Piace
Tweet