Terremoto: cosa suscita nella mente?

  • 1 4
    Credits: think4photop / Shutterstock

    Vedendo le immagini in tv e sul web relative al terremoto che ha appena colpito il centro Italia, si provano delle sensazioni di impotenza e di stupore indescrivibile. In chi lo prova e in chi ne osserva gli effetti devastanti, il terremoto può risvegliare una profonda angoscia di perdere qualcosa.

    «Il terremoto è un fenomeno naturale imprevedibile e irreversibile - spiega il Professore Roberto Pani, docente in Psicologia Clinica all'Università di Bologna - la Terra rappresenta una madre buona sulla quale, a livello sensoriale e primordiale, contiamo sempre, perché non ci aspettiamo che ci tradisca. Perdere tale fiducia genera un’angoscia indicibile, sentiamo come un mostro che si rivolta contro di noi per qualcosa che non abbiamo commesso o anche sappiamo di aver commesso, ma la cui punizione, la terra sconquassata, ci appare esagerata».

  • 2 4
    Credits: Shutterstock

    La terra trema, i mobili ballano, i punti di riferimento si perdono: sono queste alcune sensazioni che suscita il terremoto. Persino nel linguaggio comune, la frase "mi sento la terra tremare sotto i piedi", pronunciata quando qualcosa di molto incerto e imprevedibili sta per accadere, ha una connessione psicologica con il terremoto. Si tratta di una sensazione che ha a che fare con l'immagine di noi stessi che abbiamo costruito fino a quel momento.

    «Sin dal primo riconoscimento della nostra immagine nello specchio durante il primo anno di vita, questo vedere riflessi sé stessi costituisce una struttura simbolica sulla quale contiamo (il sé) e poggiamo la nostra identità. Sentire che tutto attorno a noi sussulta e che in poco tempo potremmo essere travolti da una forza superiore, fa sì che avvertiamo la nostra instabilità senza percepire alcun riferimento. Ciò ci angoscia non poco e spiega la paura della forza irrazionale della natura, di fronte alla quale ci sentiamo impotenti» chiarisce l'esperto.

  • 3 4
    Credits: Photoshot

    Ci sono alcune persone che soffrono di più rispetto ad altre? Quali sono le sensazioni che genera il terremoto (o solo l'idea del terremoto)? Panico, ansia, tristezza... Sono più destabilizzate le persone fragili, o anche chi è apparentemente forte può risentire dell'imprevedibilità del terremoto?

    Non c'è una classificazione netta delle sensazioni suscitate dal terremoto, né tantomeno si può asserire che chi soffra di più sia meno forte. «Quando il soggetto percepisce che la propria struttura di base, cioè l’immagine che ha di sé stesso, è in pericolo, è inondato da una profonda insicurezza. Si sente fragile e precario, è quindi atterrito, entra in uno stato di panico e spesso si blocca perché non sente lo spazio mentale che gli consente di muoversi. A volte è perfino incapace di fuggire dal pericolo» prosegue il Professor Pani.

  • 4 4
    Credits: Shutterstock

    A proposito dell'imprevedibilità del terremoto, come superare la sensazione di essere nelle mani di una forza naturale superiore a quella umana? E di conseguenza la sensazione di sentirsi impotenti?

    «Dipende dalla fiducia di base che a volte viene percepita fragile, ma è bene che qualcuno sia vicino a queste persone e che le incoraggi tanto al punto da non farle sentire terrorizzate. Mai lasciare sole le persone spaventate dal terremoto o che si sentono in pericolo: la solitudine ingigantisce le paure, e amplifica le sensazioni fisiche e psichiche» conclude l'esperto.

/5

Paura, ansia, sensazione di sentirsi in pericolo: cosa suscita al livello psicologico la terra che trema? O solo l'idea che possa tremare da un momento all'altro. Ne parliamo con l'esperto in psicologia

La terra trema, i mobili ballano, i punti di riferimento si perdono: sono queste alcune sensazioni suscitate dal terremoto. Persino nel linguaggio comune, la frase "mi sento la terra tremare sotto i piedi", pronunciata quando qualcosa di molto incerto e imprevedibile sta per accadere, ha una connessione psicologica con il terremoto. Si tratta di una sensazione che ha a che fare con l'immagine di noi stessi che abbiamo costruito fino a quel momento. Il nostro esperto ci spiega quali effetti psicologici può avere questo temibile fenomeno naturale sulla mente umana.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te