• Home -
  • Salute-
  • Tradimento, tradizionale o tecnologico?

Tradimento, tradizionale o tecnologico? 

Tradimento più facile con le "nuove" tecnologie?

 - 27 Settembre 2012
Credits: 

Photoshot

 

Si sa che le donne tradiscono, non si sa quante lo facciano perché l'argomento è ancora tra quelli di cui è difficile parlare e che ha numerose implicazioni psicologiche ed interrelazionali - agli uomini piace pensare che le donne non tradiscono e amano invece vantarsi delle loro escapades, le donne vogliono che gli uomini pensino che non tradiscono, e tendono a nascondere a tutti, anche a loro stesse eventuali indiscrezioni.  

È comunque certo che le donne sono infedeli come gli uomini anche se il processo che le porta al tradimento è diverso.  
Il seme dell'infedeltà femminile solitamente germoglia in determinate condizioni i cui "sintomi" sono diffusa insoddisfazione ed il percepire la propria vita come spenta e piatta [il che porta a desiderare qualcosa di nuovo], quello che era la dolce metà diventa la causa del malessere, il contatto fisico con lui un fastidio e lui stesso un macigno da cui sfuggire.

La lei in questione inizia a guardarsi intorno e il terreno è fertile perché il contatto con una persona interessante si trasformi in affaire, a cui lei si abbandonerà con grande coinvolgimento emotivo. Da notare che la nuova "amicizia" non necessariamente ha una dimensione fisica, almeno nei primi tempi.

Questo aspetto è molto interessante e distingue il tradimento tradizionale da quello tecnologico. Il rapporto tecnologico diventa infedeltà nel momento in cui si rivela se stessi a chi è dall'altra parte dallo schermo - non ha bisogno di un contatto fisico quindi - e si inizia a nascondere e mentire al compagno legittimo. In un certo senso si può dire che inizia prima di un tradimento tradizionale, che invece per concretizzarsi ha bisogno del corpo.
Anche le implicazioni psicologiche delle due infedeltà sono diverse. Alla prima fase del tradimento "tradizionale" spesso è associata quella che si può definire una crisi di identità in cui la donna non si riconosce nelle sue azioni, non può credere a quello che sta facendo, si sente in colpa ma allo stesso tempo è talmente esaltata dalla nuova esperienza da esserne quasi drogata. Il tradimento "filtrato" dalle email, dalla chat, dagli sms, si nasconde invece molto meglio anche a chi ne è protagonista, che quindi può negarlo con maggiore disinvoltura e sfuggire più facilmente dalle sue responsabilità e relativi sensi di colpa.  
Due le situazioni più comuni in cui si trova la lei che tradisce: sotto il peso del senso di colpa ha più attenzioni nei confronti del legittimo compagno; oppure, forte della passione esterna, lascia esplodere il disdegno nei suoi confronti e giustifica l'infedeltà con le sue mancanze.
In ogni caso travolta dalla felicità di sentirsi di nuovo viva dopo tanto tempo, e inebriata dalle endorfine inizia a spaziare con la mente e con il cuore, a pensare che il nuovo è il vero amore, il futuro è stupendo, sorge il dubbio se non sia il caso di pensare alla separazione, forse addirittura al divorzio, pretende spazio (= di fare quello che vuole) dal legittimo lui per "potersi chiarire le idee".  
E qui spesso iniziano i drammi - quando lei è in fiamme, quel lui fonte di tutte le passioni, magari più giovane, magari single, svanisce con la stessa rapidità con cui era apparso - troppa responsabilità, troppo rischio, altri interessi,  - lasciandosi dietro una devastazione.
A questo punto gli scenari possibili sono quattro: pur di non rimanere sola, lei torna dal primo lui - ignaro, o volenteroso di riaverla - e riprende la vita di prima con però il peso del tradimento sulle spalle; per alcune il tradimento si rivela un toccasana per la vita coniugale, che ne esce rafforzata; per altre è l'occasione per prendere in mano le redini della propria vita e prendere decisioni serie su come e dove proseguire, e quindi molto spesso si separano e divorziano; per altre ancora significa ricostruire tutto da capo, perchè il vecchio lui non accetta il tradimento e la lascia.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/tradimento-tecnologia$$$Tradimento, tradizionale o tecnologico?
Mi Piace
Tweet