• Home -
  • Salute-
  • Una sciarpa per la vita: a Natale aiutaci con un clic!

Una sciarpa per la vita: a Natale aiutaci con un clic!  

 

Ti invitiamo a partecipare a "Una sciarpa per la vita", l'iniziativa webcharity che Donnamoderna.com lancia in occasione del Natale 2013 in collaborazione con l'associazione Gomitolo Rosa e IEO, Istituto Europeo di Oncologia.

 

Che cosa devi fare? È semplice e non ti costerà niente. Vai sulla pagina facebook.com/DonnaModerna e clicca su "Una sciarpa per la vita": aggiungerai così 10 centimetri alla sciarpa virtuale che stiamo realizzando tutte insieme.

Poi condividi l'iniziativa con i tuoi amici su Facebook, Twitter (usando l'hashtag #unasciarpaperlavita), Pinterest e G+. Hai tempo fino al 6 gennaio.

Ci aiuterai così a raggiungere l'obiettivo: ci proponiamo di realizzare un kilometro di sciarpa!

 

Anche questo Natale, senza spendere un centesimo, contribuirai insieme a noi a un progetto innovativo.  Più like e share farai, più fondi Donnamoderna.com devolverà ai progetti e alle iniziative organizzate da Gomitolo Rosa in collaborazione con il dottor Fedro Alessandro Peccatori (Direttore Unità di Fertilità e Procreazione in Oncologia - IEO).

__________________

Vuoi saperne di più sul progetto?

 

I tumori dell’apparato genitale rappresentano il 20% dei circa 5 milioni di nuovi casi di tumori femminili  diagnosticati ogni anno nel mondo. In Italia, circa 15.500 pazienti avranno una diagnosi di tumore genitale nel 2013 e si stima che 183.000 siano le donne che hanno avuto una diagnosi di pregressa neoplasia ginecologica.

 

Le donne che sono guarite dopo un tumore della sfera genitale hanno spesso difficoltà a recuperare un rapporto positivo con la propria immagine corporea e con la propria sessualità. Si stima che più della metà delle pazienti con pregressa neoplasia ginecologica considerino la chirurgia subita come una menomazione e che quasi il  70% abbiano problemi sessuali dopo una diagnosi di neoplasia ginecologica. Se poi il tumore si è poi verificato prima dei 43 anni ai disturbi della sfera sessuale si aggiungono le problematiche legate all’infertilità.

 

Scopo di questo progetto è offrire a donne sottoposte a chirurgia, radioterapia o chemioterapia per tumore genitale un counseling sessuale e riproduttivo sensibile e accurato.

Dopo una valutazione attenta dei sintomi verranno offerte soluzioni  locali o sistemiche che riducano gli effetti dei trattamenti ricevuti e che permettano il recupero del benessere fisico e psicologico.

Alle donne interessate alla preservazione della fertilità  verrà offerto l’accesso alle tecniche più innovative oggi a disposizione, incluso il congelamento ovarico e ovocitario, la trasposizione ovarica e la protezione farmacologica della funzione ovarica.

 

Il miglioramento della qualità di vita e della funzione genitale verrà misurato dopo l’intervento terapeutico, con adeguate scale di valutazione.

© Riproduzione riservata
Twittalo come vuoi! Dillo @DonnaModerna
Pubblica un commento
salute/unasciarpaperlavita$$$Una sciarpa per la vita: a Natale aiutaci con un clic!
Mi Piace
Tweet