• Home -
  • Salute-
  • Uova alla diossina: nessun allarme in Italia

Uova alla diossina: nessun allarme in Italia 

Il ministro Fazio rassicura la popolazione: uova e latte italiani sicuri

di Neva Ganzerla  - 10 Gennaio 2011
 

Continua in Italia la paura per la presenza nei negozi di uova alla diossina, ma dal Ministero della Salute arrivano rassicurazioni.
 
Il Ministro Fazio infatti, afferma che nel nostro paese non c'è alcun allarme diossina poiché la quantità di uova importate dalla Germania è minimo e quelle poche giunte fino a noi sono facilmente rintracciabili grazie all'etichettatura.
 
In Germania intanto lo scandalo continua. Si è scoperto infatti che la società indagata (la Harles und Jentzch, il cui sito è ora oscurato) era a conoscenza del pericolo della contaminazione delle uova già dal marzo 2010. Si teme quindi che la presenza di diossina possa aver coinvolto anche l'industria casearia e suinicola.
 
''Il mangime contaminato da diossina è stato dato anche alle mucche" afferma Manfred Santen, chimico di Greenpeace "Negli animali la diossina si deposita nella parti grasse, quindi anche nel latte''.
Christiane Gross, portavoce dell'associazione non governativa Foodwatch, che si batte per i diritti dei consumatori nel settore alimentare ha sottolineato che ''Al momento non è escluso che il latte contaminato da diossina abbia raggiunto gli scaffali dei supermercati".
 
Il governo tedesco ha parlato di "comportamento criminale" da parte della Harles und Jentzch. La diossina è infatti uno dei più potenti inquinanti conosciuti; è catalogata come composto "estremamente tossico per l'uomo e gli animali" e ha un grande potere cancerogeno.
Le indiscrezioni della stampa tedesca affermano che la società, che si occupa di produzione di mangimi per animali da allevamento, ha deliberatamente impiegato grassi animali nella produzione di mangimi destinati all'industria avicola. Inoltre, pur sapendo che dalle analisi effettuate in marzo i livelli di diossina erano due volte superiori alla norma, ha continuato a distribuire il prodotto in tutto il paese.
 
Per il momento le autorità tedesche hanno decretato la chiusura di 4.709 allevamenti in attesa che venga accertata la sicurezza della produzione di latte.
Martedì e mercoledì a Bruxelles sono in programma riunioni tecniche sul caso Harles und Jentzch.
 
Il Ministro Fazio ha sottolineato che "È stata inviata una lettera ai produttori italiani che importano latte dalla Germania ricordando di effettuare controlli per la diossina", mentre saranno effettuati test a campione da Nas ed  Enti Regionali in tutta Italia.
 
Per quanto riguarda i prodotti già presenti nei nostri supermercati, per essere tranquilli è sufficiente leggere l'etichetta. Le uova e il latte di produzione italiana non corrono alcun pericolo e possono essere acquistati in sicurezza.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/uova-diossina-etichetta-sicurezza-latte-maiali$$$Uova alla diossina: nessun allarme in Italia
Mi Piace
Tweet