• Home -
  • Salute-
  • Virus A: niente panico (ma vaccinatevi)

Virus A: niente panico (ma vaccinatevi) 

Siamo il Paese in Europa con il minor numero di morti. Quindi niente paura. Non intasate i Pronto Soccorso, in tre giorni si guarisce

di Lorenza Guidotti  - 05 Novembre 2009

L'Italia finora ha registrato molte meno vittime rispetto al resto dell'Europa, 17 in tutto.. Lo ha dichiarato stamattina il viceministro della Salute Ferruccio Fazio "I morti ci sono anche in Italia ma sono molti di più in altri Paesi: 44 in Francia, 177 in Inghilterra e 63 Spagna. In ogni caso" continua Fazio "le categorie a rischio andrebbero vaccinate al più presto,  soprattutto chi è affetto da patologie gravi perché "muore chi sviluppa una polmonite interstiziale. Fino a ora solo due persone che non presentavano malattie gravi sono decedute. E su queste stiamo facendo accertamenti". I casi conclamati di influenza A in Italia sono attualmente 250.000 secondo il bollettino del Ministero della Salute.

Oggi il portavoce dell'Oms , Gregory Hartl, ha rilevato che il vaccino è ''uno dei migliori strumenti per lottare contro la pandemia'', che ''i vantaggi di farsi vaccinare sono nettamente superiori ai rischi'' e che finora ''abbiamo visto molti casi di persone dei gruppi a rischio come le donne in gravidanza sviluppare una malattia o esiti molto severi. Questo avrebbe potuto essere verosimilmente evitato con la vaccinazione''.

Intanto continua l'arrembaggio al medico di base: sono 3 milioni gli italiani che vengono in questi giorni visitati in studio o a casa dai propri medici (un milione in più rispetto al normale trend). Sono anche aumentati del 40 per cento i consulti telefonici, del 30 per cento le visite in studio e di un altro 30 per cento le visite a domicilio (i dati si riferiscono a un sondaggio effettuato dalla Fimmg (la Federazione dei medici di Famiglia).

Ma è inutile intasare i Pronto soccorso. In generale è un virus leggero, più innocuo dell'influenza stagionale. I sintomi sono febbre elevata (39/40) per tre giorni , tosse, difficoltà respiratorie (nei casi gravi). Il quarto giorno, scomparsa totale dei sintomi: la febbre e la tosse scompaiono. In caso contario, chiamare il medico.

Se avete dubbi o siete in ansia chiamate il numero verde 1500  del Ministero della Salute , attivo da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 18.00.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/virus-a-niente-panico-ma-vaccinatevi$$$Virus A: niente panico (ma vaccinatevi)
Mi Piace
Tweet