Colpo di frusta: come riconoscerlo e cosa fare 

Soprattutto quando si viene tamponati in automobile, si sente parlare di colpo di frusta, ma di cosa si tratta? Sai come riconoscerlo e cosa fare? Qui ti spieghiamo i sintomi e le terapie più indicate

di Lidia Pregnolato
Credits: 

Olycom

 

Il colpo di frusta (o distorsione del rachide cervicale) è un trauma cervicale molto comune soprattutto in caso di incidente stradale e si sviluppa a seguito di un movimento molto brusco del collo in una o più direzioni.

La caratteristica principale del colpo di frusta è il danno ai legamenti e ai muscoli, cioè ai cosiddetti tessuti molli. Essi subiscono un notevole stiramento e di conseguenza si indeboliscono e si lesionano.

Questa situazione provoca irrigidimento di tutta la muscolatura circostante, allo scopo di “bloccare” il segmento danneggiato.

Come conseguenze il colpo di frusta può avere lesioni meno gravi come una distorsione o una lussazione oppure più gravi come la frattura.

Colpo di frusta: i sintomi

Se si subisce un colpo di frusta i sintomi immediati sono: dolore cervicale, cefalea, disturbi della vista e capogiri.

Questi sintomi possono comparire anche a distanza di giorni, e sono la conseguenza della muscolatura che si irrigidisce per “bloccare” i movimenti e consentire la guarigione dei tessuti danneggiati.

In pratica, il collo cambia postura per alleviare le sollecitazioni, allungandosi leggermente.

Oltre ad una sintomatologia immediata (vertigini, rumori e fischi, parestesia) ci può essere anche una sintomatologia tardiva (dolore localizzato sul collo, mal di testa, rigidità cervicale); a volte la lesione può essere lieve, ma le conseguenze possono essere molto dolorose e durare a lungo.

Colpo di frusta: cosa fare

Il colpo di frusta va gestito subito dopo il trauma, recandosi al Pronto Soccorso per effettuare tutti i dovuti controlli, anche nel caso in cui nell’immediato non si avverta alcun sintomo.

È consigliato effettuare una radiografia, una visita ortopedica e nei casi di sintomatologia molto intensa una TAC; in questo modo si può intervenire in maniera mirata evitando un peggioramento della situazione.

Colpo di frusta: i rimedi

Tra i rimedi principali per alleviare e ridurre la sintomatologia a breve e lungo termine del colpo di frusta, i più utilizzati sono:

collare ortopedico per circa 15 giorni;

antidolorifici per contrastare il dolore al collo;

farmaci specifici per le vertigini.

Successivamente è fondamentale un’attività riabilitativa che comprenda massaggi, terapie mirate (ultrasuoni, TENS e laser), kinesi ed esercizi quotidiani da effettuare a casa per la correzione della postura.

Per contrastare i sintomi tardivi del colpo di frusta è consigliato anche l’utilizzo di speciali plantari che riescono ad assorbire il 98% delle onde di shock che si sviluppano quando si cammina o quando si pratica uno sport. In questo modo si evita di sovraccaricare le articolazioni.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/vita-sana/colpo-di-frusta-sintomi-rimedi$$$Colpo di frusta: come riconoscerlo e cosa fare
Mi Piace
Tweet