Come lo convinco a vedere il film che voglio io? 

Lui non capisce. Non capisce che io un film di guerra non lo voglio andare a vedere e basta. Non mi interessa chi lo dirige  o chi c'è nel cast...

di Francesco Chignola  - 03 Ottobre 2008

Il film che vorrebbe vedere lui

Sono mesi che non andiamo al cinema a vedere un film di guerra, dai. E poi cara, ci sono un sacco di cose che ti potrebbero interessare, in Miracolo a Sant'Anna di Spike Lee. Prima di tutto è un film di Spike Lee. Non mi avevi detto che ti piacevano tanto i suoi film, tipo Lei mi odia e Girl 6? E che mi dici di Malcolm X? Va bene, lo so che non ti interessa chi lo dirige, che tu un film di guerra non lo vuoi andare a vedere e basta. Ma dai, questo è pure ambientato in Italia. Ci sono Favino, Lo Cascio, Valentina Cervi. Va bene, lo so che sono solo scuse, lo ammetto, voglio solo andare a vedere un maledetto film di guerra. Un film con i soldati in divisa e la gente che muore.

Il film che vorrebbe vedere lei

Ma, invece di andare a vedere il film di Spike Lee, che ha pure fatto arrabbiare i partigiani, non sarebbe più carino andare a vedere un bel film dell'orrore? Dai, così quando ti spaventi ti puoi stringere a me e ti consolo. Scemo, sto scherzando. Mamma, quanto sei permaloso! Però potremmo andare davvero a vedere Riflessi di paura di Alexandre Aja. Racconta di un ex poliziotto che scopre che gli specchi di un centro commerciale andato distrutto sono stregati. Che materializzano dei doppi malefici, o qualcosa del genere. Come mai mi interessa così tanto? Sai com'è, caro, io con gli specchi ho questo brutto rapporto. Dopo anni che mi fanno vedere il mio doppio, quella cicciona, magari questa è l'ora che mi prendo una rivincita.

Il compromesso che potrebbe metterli d'accordo

Per appianare le diatribe settimanali c'è una sola soluzione: il musical. Mamma mia! di Phyllida Lloyd è l'adattamento cinematografico del musical tratto dalle canzoni degli ABBA. La protagonista del film è una giovane ragazza che, in procinto di sposarsi, desidera conoscere l'identità del padre che non ha mai conosciuto. Così, invita al matrimonio tutti gli uomini di sua madre per scoprire la verità. Il tutto viene accompagnato dalle canzoni del gruppo svedese degli anni '70, irresistibili melodie che vi riporteranno indietro all'infanzia o alla giovinezza, con pezzi come Dancing queen, Voulez-Vous, o la stessa Mamma mia. Che risolveranno la serata in un tripudio di balli e canti. Cosa si può volere di più?

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/439$$$Come lo convinco a vedere il film che voglio io?
Mi Piace
Tweet