5 consigli per non far patire freddo al tuo cane

  • 1 6
    Credits: Corbis

    L’autunno è appena cominciato e ci avviamo a passi rapidi verso la stagione fredda, quella in cui gli amici a quattro zampe sono più soggetti a piccoli e grandi malanni. Come possiamo proteggere i nostri cani da umidità eccessiva, sbalzi di temperatura e freddo? Con il medico veterinario Sergio Canello scopriamo quali accortezze occorre avere per tenerli al riparo da qualunque rischio.

  • 2 6
    Credits: Corbis

    Prima cosa devi chiederti come sta il tuo animale. «Ogni cane reagisce in modo diverso all'abbassamento della temperatura - dice Canello -. Chi sta bene o è giovane di solito non patisce più di tanto. Gli animali anziani o malaticci invece meritano maggiori attenzioni e riguardi quando si entra nel cuore della stagione fredda. Se non sei sicura che il tuo pet sia in perfetta forma, in ottobre programma una visita di controllo dal tuo veterinario di fiducia».

  • 3 6
    Credits: Corbis

    «In generale i cani sopportano piuttosto bene il freddo ma non il brusco passaggio dai locali riscaldati dei nostri appartamenti a temperature esterne prossime o inferiori allo zero. Evitiamo, per quanto possibile, di sottoporli a shock termici. Potrebbero iniziare a tremare e non smettere più». Ecco cosa consiglia Canello. «Quando stai per uscire con Fido e fuori fa molto freddo,  passa prima in una stanza di compensazione intermedia, che può anche essere il garage o il vano scale, per dare tempo al suo sistema di termoregolazione di adattarsi».

  • 4 6
    Credits: Corbis

    «Se non ci sono motivi particolari, trattare i cani come fossero delicati fiori di serra è contro natura. È preferibile, invece, farli abituare al freddo fin da cuccioli. Anche se la temperatura è un po' rigida, o piove, non fare mai mancare al tuo la passeggiata quotidiana. E non coprirlo troppo. Nemmeno i bambini devono essere vestiti come palombari se fuori ci sono 5 gradi! Solo se il cane dimostra una sensibilità particolare al freddo è meglio prendere provvedimenti, magari facendogli indossare un cappottino».

  • 5 6
    Credits: Corbis

    «Non c'è ragione nemmeno di cambiare l'alimentazione del cane in autunno e in inverno - dice ancora Canello -. In genere, il pet fa una vita più sedentaria in queste stagioni. È meglio non eccedere con le calorie, altrimenti si rischia di farlo ingrassare. Piuttosto, se lasci la ciotola della pappa e dell'acqua sul balcone o in giardino, controlla di tanto in tanto che quello che c'è dentro non si sia raffreddato troppo. Cibo e acqua andrebbero sempre consumati a temperatura ambiente».

  • 6 6
    Credits: Corbis

    L'ultimo consiglio riguarda la sua casetta. «Il cane non soffre se rimane all'aperto in uno spazio asciutto, coperto e protetto dal vento. Ma la cuccia deve essere piccola, o meglio, dimensionata alla taglia dell'animale. Se è troppo grande, il calore corporeo dell'animale si disperde e non la riscalda abbastanza. Per garantire al pet il giusto benessere è buona norma, invece, controllare con regolarità che la sua stuoia o lettino non siano umidi o bagnati. Altrimenti, il rischio che si prenda un'infreddatura è alto!».

/5
Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te