BU! Mostri e misteri della notte più paurosa dell’anno indagati nelle opere d’arte

  • 1 10

    Halloween. La notte in cui vivi e morti entrano in contatto, la notte in cui la distanza fra due mondi opposti si assottiglia. Zucche, streghe e mostri di ogni genere s'aggirano indisturbati per case e luoghi di divertimento. Solo per una notte. Rispetto delle tradizioni o semplice voglia di trasgressione? L'arte, a modo suo, offre delle risposte.

    Enrico Colombotto Rosso, L'urlo, 1957
    Le maschere suscitano paura perché hanno un'espressione immutabile. Se la rotondità delle forme ricorda una bambola, l'intensità dell'urlo evoca l'inferno. Denso, silenzioso e fiammeggiante.

  • 2 10

    Halloween. La notte in cui vivi e morti entrano in contatto, la notte in cui la distanza fra due mondi opposti si assottiglia. Zucche, streghe e mostri di ogni genere s'aggirano indisturbati per case e luoghi di divertimento. Solo per una notte. Rispetto delle tradizioni o semplice voglia di trasgressione? L'arte, a modo suo, offre delle risposte.

    Pietro della Vecchia, Alchimisti (dettaglio), metà del XVII secolo
    Le strade del vizio sono percorse da uomini neri. Inseguendo il sogno dell'oro, i tre personaggi mutano le loro sembianze. Denti e bocche involgarite dalla brama li fanno ringhiare e sbavare come cani.

  • 3 10

    Halloween. La notte in cui vivi e morti entrano in contatto, la notte in cui la distanza fra due mondi opposti si assottiglia. Zucche, streghe e mostri di ogni genere s'aggirano indisturbati per case e luoghi di divertimento. Solo per una notte. Rispetto delle tradizioni o semplice voglia di trasgressione? L'arte, a modo suo, offre delle risposte.

    Henri Rousseau, La Guerra (dettaglio), 1894
    Un Angelo della morte sovrasta i corpi accasciati a terra. Il salto gioioso, la purezza dei contorni e l'espressione infantile della figura in bianco rendono ancor più angosciante un presagio così terribile.

  • 4 10

    Halloween. La notte in cui vivi e morti entrano in contatto, la notte in cui la distanza fra due mondi opposti si assottiglia. Zucche, streghe e mostri di ogni genere s'aggirano indisturbati per case e luoghi di divertimento. Solo per una notte. Rispetto delle tradizioni o semplice voglia di trasgressione? L'arte, a modo suo, offre delle risposte.

    Mathis Grünewald, Altare di Isenheim. Tentazioni di Sant'Antonio, 1512-15
    Una folla di demoni urlanti percuote il povero santo steso a terra. I visi inferociti sono pensati come fossero maschere di cartone. Il mondo animale è un repertorio senza fine per dare forme visibili alle paure e ai peccati dell'uomo.

  • 5 10

    Halloween. La notte in cui vivi e morti entrano in contatto, la notte in cui la distanza fra due mondi opposti si assottiglia. Zucche, streghe e mostri di ogni genere s'aggirano indisturbati per case e luoghi di divertimento. Solo per una notte. Rispetto delle tradizioni o semplice voglia di trasgressione? L'arte, a modo suo, offre delle risposte.

    Francisco Goya, Follia di Carnevale (dettaglio), 1799
    La festa è un evento che accende gli animi dei partecipanti. I volti si trasformano in maschere e le maschere diventano volti. Questo folle girotondo, oltrepassato il limite, genera delle inquietanti ambiguità.

  • 6 10

    Halloween. La notte in cui vivi e morti entrano in contatto, la notte in cui la distanza fra due mondi opposti si assottiglia. Zucche, streghe e mostri di ogni genere s'aggirano indisturbati per case e luoghi di divertimento. Solo per una notte. Rispetto delle tradizioni o semplice voglia di trasgressione? L'arte, a modo suo, offre delle risposte.

    Alberto Giacometti, Grande Tête de Diego, 1954
    Immaginate che l'aria sia così densa da esercitare una pressione insostenibile, due pareti spesse e invisibili che stiano per chiudersi. Ecco, questo è il volto di un uomo chiuso in quella soglia instabile.

  • 7 10

    Halloween. La notte in cui vivi e morti entrano in contatto, la notte in cui la distanza fra due mondi opposti si assottiglia. Zucche, streghe e mostri di ogni genere s'aggirano indisturbati per case e luoghi di divertimento. Solo per una notte. Rispetto delle tradizioni o semplice voglia di trasgressione? L'arte, a modo suo, offre delle risposte.

    Fiorenzo Tomea, Il bestione (Il drago), 1937
    Teste di cane e di gatto che convivono nello stesso corpo. Espressioni folli, ma coscienti, su quei musi allampanati. La contraddizione aberrante è il paradosso di una società in crisi profonda.

  • 8 10

    Halloween. La notte in cui vivi e morti entrano in contatto, la notte in cui la distanza fra due mondi opposti si assottiglia. Zucche, streghe e mostri di ogni genere s'aggirano indisturbati per case e luoghi di divertimento. Solo per una notte. Rispetto delle tradizioni o semplice voglia di trasgressione? L'arte, a modo suo, offre delle risposte.

    Laboratorio Saccardi, Il trionfo della Morte (dettaglio), 2007
    Nel XXI secolo è ancora attuale immaginare la Morte, falce fra le mani, coperta da un lungo mantello nero? Secondo il Laboratorio Saccardi no. La Morte è la società, un reclame, un prodotto dell'uomo. È il consumismo incondizionato.

  • 9 10

    Halloween. La notte in cui vivi e morti entrano in contatto, la notte in cui la distanza fra due mondi opposti si assottiglia. Zucche, streghe e mostri di ogni genere s'aggirano indisturbati per case e luoghi di divertimento. Solo per una notte. Rispetto delle tradizioni o semplice voglia di trasgressione? L'arte, a modo suo, offre delle risposte.

    Vincenzo Bonomini, Scene di scheletri viventi, I metà del XIX secolo
    Si può ridere della morte? Con divertente eleganza gli Scheletri di Bonomini ci insegnano a capire (e ad accettare) che la fine è comunque parte della vita. Prima o poi, si sa...

  • 10 10

    Halloween. La notte in cui vivi e morti entrano in contatto, la notte in cui la distanza fra due mondi opposti si assottiglia. Zucche, streghe e mostri di ogni genere s'aggirano indisturbati per case e luoghi di divertimento. Solo per una notte. Rispetto delle tradizioni o semplice voglia di trasgressione? L'arte, a modo suo, offre delle risposte.

    Umberto Chiodi, A mezzanotte (dettaglio), 2007
    Mezzanotte è l'istante in cui due estremi si sfiorano. Umberto Chiodi ci dimostra come le certezze possano cambiare, rivelando la loro vera natura. Mischiando le carte, le rane diventar principi e i principi nascondere sembianze deformi.

/5

Halloween. La notte in cui vivi e morti entrano in contatto, la notte in cui la distanza fra due mondi opposti si assottiglia. Zucche, streghe e mostri di ogni genere s'aggirano indisturbati per case e luoghi di divertimento. Solo per una notte. Rispetto delle tradizioni o semplice voglia di trasgressione? L'arte, a modo suo, offre delle risposte.

 

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te