Che sorpresa un'estate in Cile 

Antichi quartieri e grattacieli che abbracciano l'oceano
ci guidano alla scoperta di Valparaiso. E dopo aver visitato la città tutti a esplorare le cime più belle del Sudamerica

di Ornella d'Alessio, Ornella d'Alessio  - 22 Giugno 2006

Giallo. Azzurro. Arancione. Valparaiso è un'esplosione di case, di vita, di allegria. Un anfiteatro multicolore che abbraccia l'oceano Pacifico. La curiosa planimetria, frutto dello sviluppo spontaneo della città cilena, spiega perché i quartieri residenziali e i pittoreschi barrios sulle alture sono collegati al centro da un labirinto di stradine, vicoli e scalinate.

Tra le case dai mille colori
Fino all'apertura del Canale di Panama, Valparaiso era lo scalo più importante del Sudamerica sulla rotta delle navi che doppiavano l'infernale e pericoloso Capo Horn, cariche di lamiera ondulata per fare peso e dominare l'oceano. Vuotate le stive, caricavano le merci, riparavano gli eventuali danni, ridipingevano lo scafo e lasciavano gli ormeggi. Quel materiale ondulato abbandonato sul molo veniva raccolto dalla gente e applicato alle pareti esterne delle case per proteggerle dai forti venti invernali.
Mentre i barattoli di pittura, dimenticati sulla banchina, venivano recuperati e utilizzati per ridipingere le abitazioni: ecco perché hanno le pareti ondulate e tanti colori diversi. Si vede bene nelle casette a due piani del Cerro Concepción. È una delle zone più belle con un ascensore, il più antico rimasto, che un tempo andava  a vapore e che oggi “lavora” dalle 7 alle 20.30.

Nel centro storico
Il glorioso passato di Valparaiso è legato a molti primati dell'America latina: qui sono nate le prime banche, la prima Borsa valori, i primi tram, la prima illuminazione pubblica e privata, i primi telefoni e il primo quotidiano, El Mercurio. Per conoscere il cuore storico, dichiarato dall'Unesco patrimonio dell'umanità, bisogna girare a piedi. O salire con gli ascensores (funicolari), ce ne sono 15, e scendere dalle scalinate. Per mangiare un buon piatto di pesce freschissimo, si va sulla terrazza vista mare del Casino de pescatores el membrillo (av. Altamirano 1567).
Mentre per fare un'esperienza unica si va al Cerro Polanco. Si raggiunge con una funicolare che sale in verticale attraverso un tunnel: all'uscita, la Fundación Rescate Patrimonio (tel. 0056/ 84091759; www.vrf.cl) mette a disposizione una guida che, su prenotazione, accompagna attraverso il quartiere. Si entra nelle case e, davanti a un caffè o a una bibita (a offerta libera), si chiacchiera con la gente che, volentieri, racconta la propria vita qui.

Cercando Neruda
 Nel Cerro Bellavista si trova una delle tre case di Pablo Neruda, la Sebastiana (av. Alemania Altura 6900; www.fundacionneruda.org). È l'unica visitabile senza guida: così ci si può soffermare liberamente a curiosare tra gli oggetti e i ricordi del poeta.
Mentre la più famosa è quella di Isla Negra (prenotazioni: tel. 0056/35-461284) a un'ora e mezzo di autobus da Valparaiso. La terza è a Santiago, la capitale, che da qui si raggiunge attraversando i vigneti di Colchagua, zona ideale per degustare gli ottimi vini cileni.

Sulle Ande per sciare
A circa 4 ore d'auto dalla capitale si raggiunge Valle Nevado, una delle stazioni sciistiche più moderne del Cile, tra i 2.800 e 3.600 metri. Le piste, perfettamente battute, sono 27 e attraversano le vette andine. L'attrezzatura si può noleggiare sul posto. Tour 2000 (tel. 0712803752; www.tour2000.it) ha pensato un viaggio di 10 giorni per sciare sulle Ande: il trasferimento in auto a Portillo, i voli, la pensione completa in 4 stelle, lo skipass per una settimana e trekking nei dintorni di una delle destinazioni bianche più celebri del Cile per la neve asciutta e compatta costano da 2.999 euro.
Mentre Patagonia World (tel. 011 2293200; www.patagoniaworld.it) propone 10 giorni con pernottamenti e prima colazione in hotel 4 stelle, tra Valparaiso, Santiago, la Valle di Colchagua, con visite e degustazioni, e tre giorni a Valle Nevado dedicati allo sci (mezza pensione in 5 stelle) da 2.200 euro. Sono compresi i voli, i trasferimenti e lo skipass.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/che-sorpresa-un-estate-in-cile$$$Che sorpresa un'estate in Cile
Mi Piace
Tweet