Come si organizza un viaggio 

Un coriandolo di sabbia con, al centro, un ciuffo di palme e tutt'intorno una laguna blu. Basta un'immagine per far scattare la voglia di volare lontano, alla scoperta del mondo. Ma per realizzare un sogno perfetto bisogna rimettere i piedi a terra e prepararsi bene prima di partire

di Giosi Sacchini  - 31 Maggio 2006

Per il primo grande viaggio all'estero è meglio affidarsi a un tour operator specializzato. Che mette a disposizione un accompagnatore per aiutare i viaggiatori a risolvere qualsiasi problema. Ma se si conoscono le lingue e ci si sente psicologicamente preparati agli inconvenienti che chi viaggia deve mettere in conto, ci si può impegnare in un viaggio fai da te. Ecco le prime cose da fare.

Leggere

Una buona guida: già nelle prime pagine dà tutte le informazioni utili, come visti, vaccinazioni e clima (decisivo per individuare il periodo giusto). "Controllare sempre la data dell'edizione" è il consiglio di Corrado Ruggeri, che ha appena scritto con Folco Quilici "Sì, viaggiare" (Mondadori). "E, come dice Dacia Maraini, leggere un buon libro di uno scrittore del posto dove si vuole andare".

Navigare

Internet dà informazioni e spunti che vanno però verificati, perché in rete si trovano anche notizie inesatte o soggettive di viaggiatori che descrivono le loro esperienze spesso casuali. Chi cerca aiuto per voli, alberghi, autonoleggi può cliccare su www.opodo.it (sito americano ora anche in italiano); www.volagratis.com o www.lastminute.com. In tema di sicurezza: www.viaggiaresicuri.it (a cura del Ministero degli Esteri e Aci: ricco di notizie sui vari Paesi); www.cesmet.com (Cesmet: medicina del turismo); www.meteo.it (uno dei tanti su clima e previsioni del tempo).

Telefonare

Basta chiamare l'ufficio turistico del Paese che si vuole raggiungere: poche domande precise serviranno a chiarire gli ultimi dubbi. Gli indirizzi degli enti del turismo stranieri in Italia si trovano sul sito dell'Adutei www.viaggiarenelmondo.it.

Tre consigli in più

» Chiedere in agenzia i cataloghi specializzati. Si confrontano i programmi e ci si fa un'idea di itinerari, tempi e costi. Allo schema preconfezionato si aggiungono le cose che si vogliono vedere e, dedicando più tempo a quello che interessa, si prepara un giro su misura.

» "Cercare un amico. C'è sempre chi conosce qualcuno in un Paese lontano. È la chiave giusta per entrare nella realtà del posto" consiglia Corrado Ruggeri.

» Valutare bene i tempi di trasferimento per le coincidenze. Nelle grandi città può capitare di arrivare in un aeroporto oppure in un terminal e partire da un altro.

Da fare per tempo

Due mesi prima

Passaporto scaduto? Ci vogliono 15 giorni per rinnovarlo. Due mesi per il libretto digitale che permette di entrare negli Stati Uniti senza visto.

Un mese prima

Per le vaccinazioni necessarie ci si rivolge all'Ufficio di igiene. Ma se ci si dimentica, nei porti e nei grandi aeroporti ci sono Uffici vaccinazioni (Fiumicino, tel. 0665011438).

Una settimana prima

Serve la patente internazionale? La Motorizzazione (tel. 800232323), anche tramite le sedi locali dell'Aci, rilascia un documento che, in diverse lingue, attesta l'abilità alla guida.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/vivere-meglio/come-si-organizza-un-viaggio$$$Come si organizza un viaggio
Mi Piace
Tweet